A El Raval giardini pensili contro il degrado urbano

I giardini Pensili di El Raval sono un ottima sistema sia per migliorare il degrado urbano sia per aumentare il comfort interno degli edifici. Tutto ciò nella ottica di una nuova pianificazioni che porta con se i principi della sostenibilità ambientale e delle Smart City.


La città di Barcellona ha avuto una splendida idea per contrastare il degrado urbano, ovvero i giardini pensili.

Il progetto nasce dal quartiere di El Raval e si sta estendendo per tutta la città che, anno dopo anno, subisce incredibili e repentine trasformazioni sia urbanistiche che architettoniche. In questo caso, si tratta di una vera e propria riqualificazione che non ha niente a che fare con le pratiche tradizionali.

Di norma, quando si pensa ad una riqualificazione di un quartiere o alla ristrutturazione di una struttura edilizia si pensa inevitabilmente a pratiche più o meno invasive o comunque inquinanti. Il caso spagnolo è completamente diverso. In modo particolare per quanto riguarda il quartiere di El Raval.

Quartiere di El Raval a Barcellona

(Quartiere di El Raval a Barcellona)

Questo è conosciuto come un quartiere altamente degradato con molti dei suoi palazzi in condizioni abbastanza critiche per quanto riguarda sia i metodi energetici per il loro fabbisogno sia la climatizzazione degli interni. Per far fronte a questo problema utilizzando un metodo che potesse essere il meno aggressivo possibile, si è scelta la tecnica dei giardini pensili.

Nello specifico, le pareti esterne degli edifici scelti per la ristrutturazione sono stati ricoperti di una speciale cortina, composta da celle in un composto di sabbia e argilla. Queste celle formano una doppia pelle a ridosso della facciata dell'edificio, un vero e proprio alveare dello stesso colore dell'argilla lasciata grezza.

L'interno di ogni incavo è stato poi riempito con uno strato sottile di lana di roccia e muschio per permettere sia alla vegetazione di crescere sia all'acqua piovana di poter drenare dalla facciata in modo regolare e continuo. Infine, ogni piccola cavità di questo immenso alveare è stata riempita con delle piante, fino a sette specie diverse.

Riqualificazione del quartiere di El Raval per mezzo di giardini pensili

(Riqualificazione del quartiere di El Raval per mezzo di giardini pensili)

Riqualificazione del quartiere di El Raval per mezzo di giardini pensili

Il risultato finale è facilmente immaginabile, una parete intera ricoperta di verde, di piante dalle diverse configurazioni delle foglie e delle tinte.

Sul tetto, inoltre, è stato istallato un particolare sistema di autoirrigazione per la raccolta e la corretta distribuzione dell'acqua piovana. Manel Claviller, direttore tecnico dell'Istituto Comunale di Paesaggio Urbano, spiega: "Questa acqua viene immagazzinata in un serbatoio a fondo della parete divisoria, sotto il verde, e attraverso una pompa d'acqua viene portata sopra l'edificio. Indi è in ritardo, tra impianto e la parete, in un irrigazione a goccia che ha mantenuto la lana di roccia umida".

Il primissimo intervento è stato effettuato nei giardini Pedró nel cuore di El Raval, per cercare di recuperare la fatiscenza dei balconi. Il piano, però, si propone come un piano globale per l'intera città. Non a caso il progetto dei giardini pensili si sta estendendo anche in un altro quartiere sempre a Barcellona, il quartiere tecnologico 22@.

I giardini pensili di El Raval saranno poi completati con ulteriori interventi, come, ad esempio, l'istallazione di impianti di produzione di energia verde per mezzo di pannelli fotovoltaici.

In generale, un intervento come quello del quartiere di El Raval va ben oltre la riqualificazione urbanistica e strutturale degli edifici. Si tratta di un ottica che attiene alla trasformazione dell'intera città in una Smart City.

Con Smart City si intende quel genere di agglomerato urbano che sia in grado di incontrare le esigenze dei propri abitanti in maniera intelligente, ovvero per mezzo di sistemi e tecnologie verdi e innovative, con un corretto monitoraggio sia dei consumi energetici che del comfort, nuovi mezzi e strategie per il miglioramento della mobilità, delle comunicazioni e della salvaguardia ambientale. Il sistema della Smart City mira ad una pianificazione che possa ottimizzare sia le strutture che le infrastrutture al suo interno ma soprattutto al benessere dei suoi cittadini.

Il sistema di verde pensile utilizzato nel quartiere di El Raval può essere considerato una di queste giuste strategie di miglioramento.

Nello specifico, con verde pensile si intende una struttura che ospita vegetazione e che si pone sopra le facciate degli edifici, al di sopra anche del livello del terreno. Le motivazioni per una scelta del genere sono o scenografiche, ovvero la possibilità di avere un giardino anche quando non si dispone di spazi tradizionali, o per migliorare il microclima interno alle abitazioni, favorendo la ventilazione passiva.

Autore

Dott.ssa Chiarina Tagliaferri

Articolo letto 752 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli