Come ristrutturare le case prefabbricate in legno?

Quanto tempo può sopravvivere una casa prefabbricata in legno? Quali sono le caratteristiche che riescono a distinguerla dalle altre costruzioni? Quali sono gli interventi di ristrutturazione che vengono realizzati sulle case prefabbricate in legno? Quali le differenze tra i vari interventi?


All'interno della nostra guida, è stato già inserito un altro articolo in merito alla ristrutturazione delle case prefabbricate, ma mentre quest'ultimo riguardava la possibilità di abbattere o effettuare gli interventi edilizi sulle costruzioni prefabbricate, qui di seguito, invece, si tratterà delle modalità di ristrutturazione degli edifici prefabbricati in legno.
Quando si pensa ad una casa prefabbricata in legno, subito vengono in mente tutta una serie di interventi necessari e obbligatori, in quanto, si ritiene che una struttura in legno abbia più bisogno di interventi manutentivi, rispetto a quelle costruite in muratura o in laterocemento.
Ciò è vero solo in parte, in quanto, le operazioni di ristrutturazione sono necessarie in entrambe le tipologie di edifici, ma a mutare sono, semmai, le modalità di intervento, differenti in base alle tecniche di preservazione della casa specifica.
Per procedere con la manutenzione delle case in legno, dunque, è opportuno adottare tutta una serie di interventi di manutenzione, indicati appositamente per il legno.

QUANTO TEMPO PUÒ SOPRAVVIVERE LA STRUTTURA DELLE CASE PREFABBRICATE IN LEGNO?

Uno dei pregiudizi più comuni circa le case prefabbricate in legno, è quello legato alla loro bassa durata nel tempo. Le case in legno, infatti, vengono considerate come dimore poco adatte ad essere abitate usualmente, ma semmai, possono rappresentare alloggi indicati per la residenza estiva.
Tale considerazione delle case prefabbricate in legno è completamente errata, in quanto esse presentano una durata simile a quella prevista per le costruzioni tradizionali.

Montaggio moduli prefabbricati in legno
(Montaggio di moduli in legno)

La loro struttura di coibentazione ben rinforzata, infatti, consente di mantenere intatta la salute delle pareti interne, le quali, con un po' di responsabilità da parte dei residenti, possono anche prolungare la loro vita per molti anni, senza presentare alcuno allarme di cedimento.
Le case in legno, infatti, riescono a resistere ad eventi rischiosi quali i terremoti, in quanto la loro struttura è molto più elastica, ma al contempo sicura e stabile, persino superiore di quella tipica delle costruzioni in muratura o in laterocemento.
D'altronde, non ci sarebbe da preoccuparsi, in quanto le ditte costruttrici di case in legno garantiscono tali alloggi fino a trent'anni, contro ai dieci, previsti per gli edifici in laterocemento.

DA COSA DIPENDE LA LORO DURATA NEL TEMPO?

Le case prefabbricate in legno, godono di una seria di requisiti che non le pongono, per nulla, in secondo piano, rispetto alle strutture tradizionali.
La loro capacità di resistere a lungo nel tempo dipende fortemente da due fattori, ovvero:

  • la corretta progettazione;
  • l'uso dei materiali adeguati.

La buona riuscita di una casa prefabbricata in legno dipende, in tutto e per tutto, da un buon progetto. La minima imperfezione strutturale, infatti, potrebbe precludere la buona salute delle case prefabbricate in legno, sottoponendole a possibili problemi di infiltrazioni o cedimento.
I materiali che devono essere impiegati nella costruzioni di una casa in legno, inoltre, devono rientrare tra i prodotti migliori sul mercato, in grado di rispettare l'ambiente e garantire anche una resa massima; ad esempio, lo stucco delle pareti estere delle case in legno deve assicurare le più alti prestazioni, in quanto deve combattere le intemperie esterne.

QUALI SONO GLI INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE DI UNA CASA PREFABBRICATA IN LEGNO?

Una casa prefabbricata in legno può essere sottoposta a due tipologie di interventi manutentivi, ovvero i seguenti:

  • ristrutturazione parziale;
  • ristrutturazione totale.

Nel primo caso, i moduli in legno vengono in aiuto ad interventi edilizi che riguardano le singole parti di una costruzione, come nel caso di una parete, di un solaio o addirittura di un intero piano.
Con l'andare del tempo, infatti, è possibile ricorrere alla ristrutturazione delle case in legno, impiegando nuovi moduli e sostituendoli a quelli vecchi e magari logori. Con i moduli in legno, infatti, è possibile ripristinare la naturale bellezza e resistenza di una struttura, intervenendo anche sull'impiantistica, sulla coibentazione, in base allo stato di conservazione dell'abitazione.

Interno di una casa prefabbricata in legno
(Ambiente interno di una casa prefabbricata in legno)

La ristrutturazione totale di una casa in legno, invece, richiede un intervento molto più incisivo, in quanto si tratta di sostituire completamente i moduli che si presentano logori e malandati. Nonostante la difficoltà degli interventi di ristrutturazione totale sulle case prefabbricate, essi rappresentano una somma sicura e garantita dal preventivo aziendale.
Una volta firmato il contratto, infatti, è impossibile apportare le modifiche alla cifra totale. La sicurezza economica della somma, garantita sugli interventi di ristrutturazione totale, tuttavia, non può essere considerata irrisoria e alla portata di tutti.
Al contrario, gli interventi di ristrutturazione parziale, possono subire variazioni in base all'entità del danno, ma costituiscono delle spese limitate.

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello

Articolo letto 2.404 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli