Design Tour: viaggio per l'Italia all'insegna dell' architettura sostenibile e iniziative delle Università italiane

L'attenzione verso la bioedilizia e l'architettura sostenibile diventa sempre maggiore anche nel nostro Paese, ma non di minore interesse deve essere sapere come si formano i professionisti in questo settore. In questo articolo cercheremo di indagare quali sono le principali iniziative volte a formare o aggiornare specialisti del settore.


L'attenzione verso la bioedilizia e l'architettura sostenibile diventa sempre maggiore nel nostro Paese e di conseguenza anche la richiesta di professionisti, a tutti i livelli, che operano in questo contesto. Abbiamo fatto una ricerca sul web per vedere quali possibilità offre il nostro Paese per chi volesse costruire la propria formazione in questa direzione. Pur non avendo nessuna pretesa di esaustività, vogliamo fornire ai nostri lettori una panoramica circa le principali iniziative presenti sul nostro territorio nazionale.

La prima iniziativa da segnalare è il "Design Tour", evento organizzato periodicamente, con cadenza annuale, dall'azienda Wolf Haus che consiste in una serie di convegni che si svolgeranno durante il mese di novembre e che faranno tappa in varie città italiane, da Nord a Sud.

Questi incontri dedicati al Design Sostenibile hanno come destinatari tutti quei professionisti che vogliono creare nuove forme e spazi moderni progettando con le tecnologie di prefabbricazione in legno.

Il motto infatti all'insegna del quale viene realizzata questa iniziativa e che muove gli operatori attivi in questa azienda è : "Creatività, Sostenibilità e Sicurezza". Se gli ultimi due pilastri di questo trinomio possono apparire scontati per un'azienda come quella altoaltesina che, secondo quanto si legge nel sito aziendale, ha venduto lo scorso anno in Italia il maggior numero di case prefabbricate con struttura portante in legno e che ha realizzato il maggior numero di abitazioni certificate nello standard CasaClima A, (la massima certificazione a livello internazionale sul risparmio energetico e la sostenibilità), lo stesso non può essere detto dell'aspetto creativo che però può godere di ampio spazio, in particolar modo quando si parla di costruzioni in legno come mostra anche la recente presenza al Fuori salone di Milano con il progetto "The View", realizzato dall'azienda insieme al prestigioso Studio Scacchetti. 

The View, opera presentata al Fuori salone di Milano
(The View, splendida opera presentata al Fuori Salone di Milano FONTE: www.wolfhaus.it)

"The View" è un'istallazione incastonata nella splendida cornice del cortile del Righini nella sede dell'Università Statale di Milano che esalta il fascino di un materiale come il legno e mostra quanto possano essere innovative le tecnologie dei prefabbricati fatti con questo materiale, dimostrando, secondo le parole dello stesso architetto, "come con il legno si possono fare degli azzardi, delle provocazioni anche strutturali con costi contenuti".

Il seguente video ci farà entrare nello studio in cui questa opera è stata pensata, presenti sia l'architetto che lo staff dell'azienda. Il loro lavoro ha dato vita, secondo le parole del suo ideatore, ad un perfetto "parallelismo tra progettazione e capacità costruttiva" ; nella seconda parte saranno proposte delle interviste ai partecipanti alla fiera circa l'uso del legno considerato da un intervistato d'eccezione, Philippe Daverio, capace di produrre la mutazione del gusto che sta caratterizzando il XXI secolo, in quanto si tratta di uno di quei materiali che invece di peggiorare migliorano con il passare del tempo. 

L'esperienza acquisita dall'azienda in questa occasione diventa un patrimonio che andrà ad arricchire il programma di questa edizione del "Design Tour", che avrà per oggetto "l'abitare il Design sostenibile".  Il programma in particolare si occuperà del "costruire sostenibile" attraverso la relazione di Norbert Lantschner (presidente Fondazione ClimAbita e ideatore CasaClima), di design e innovazione, indagando le caratteristiche della Casa 2.0, grazie anche all'intervento dell'architetto Michael Obermair e degli aspetti più legati alla sicurezza per mezzo dell'intervento dell'Ingegnere Simon Keller, (esperto di sviluppo tecnologico della Wolf Haus). 

Per chi fosse particolarmente interessato ecco di seguito il link delle iniziative con tutti i dettagli sulle date e il programma della manifestazione http://www.wolfhaus.it/

Come si può leggere nel sito che pubblicizza l'iniziativa la partecipazione agli incontri comporta l'acquisizione di crediti formativi universitari; un modo dunque per consolidare i legami tra il mondo imprenditoriale e quello accademico.

QUALI SONO LE INIZIATIVE NEL CAMPO DELLA BIOEDILIZIA ORGANIZZATE DALLE UNIVERSITÀ ITALIANE?

Facendo una carrellata su internet abbiamo visto che alcune Università all'interno dei loro corsi di laurea dedicano dei corsi alla bioedilizia nell'ambito del settore scientifico Architettura tecnica, come nel caso dell'Università di Firenze. Le Università che hanno di recente bandito un Master ad hoc in Italia sono solo due: Università la Sapienza di Roma e Università di Padova. Cerchiamo di scoprire insieme in cosa consistono questi corsi post lauream.

Il Master di II livello organizzato dall'Università della capitale si intitola "Bioedilizia e Progetto Sostenibile", si rivolge a laureati in Ingegneria civile, edile e ambientale e in Architettura e si pone l'obiettivo di qualificare progettisti e tecnici dell'edilizia, capaci di affrontare i temi della pianificazione e della progettazione sostenibile, della valutazione prestazionale, dalla scala più generale dell'inserimento ambientale e territoriale a quella del dettaglio esecutivo. Le conoscenze e le competenze professionali acquisite durante il percorso formativo sono legate alle problematiche di compatibilità con l'ambiente e con l'organizzazione sociale e produttiva e consentiranno a coloro che conseguiranno il titolo, l'iscrizione nell'elenco degli esperti di Bioarchitettura e l'iscrizione nell'istituendo albo regionale dei certificatori.
Per chi fosse interessato, ecco il link alla pagina dedicata al Master http://w3.uniroma1.it/bioedilizia/

Il secondo Master è organizzato dall'Università di Padova porta il titolo di "Bioedilizia e Managment dei prodotti immobiliari in Africa". I professionisti che forma l' Università patavina oltre ad essere dei tecnici altamente qualificati, sono dotati di competenze utili a realizzare edifici sostenibili dal costo contenuto, utilizzando materiali e tipi locali e tenendo conto dell'integrazione di impianti a energia solare o altre tecnologie idonee allo specifico contesto operativo. Le figure così formate saranno in grado di ricoprire ruoli di responsabilità in organizzazioni pubbliche e private che operano nel processo edilizio con competenze utili a svolgere specifiche analisi di mercato, a partecipare alla progettazione ed alla gestione di progetti di edilizia sociale.

Per chi volesse avere maggiori informazioni a riguardo, ecco il link apposito http://www.unipd.it/bioedilizia-e-management-dei-progetti-immobiliari-africa

Anna Cappello

pubblicato il 05 Novembre 2013

Articolo letto 523 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli