Eco-Resort Pavilion: una delle strutture più naturali al mondo

Gli archi a vista in bambù della struttura partono dal centro e si allineano radialmente verso il perimetro. L?ambiente interno che viene a crearsi grazie a questa serie di archi da un impatto molto forte al visitatore, che ha l?impressione di trovarsi in una navata di una chiesa gotica.


L'Eco-Resort Pavilion è una struttura che esprime le immense potenzialità di una tecnica costruttiva molto particolare che sfrutta principalmente il bambù come materiale.

Questo edificio comprende un ristorante e una zona d'ingresso per una superficie totale di 490 metri quadrati. Il progetto è dello studio Vo Trong Nghia Architects e si trova a La Vong, nei pressi di Hanoi, in Vietnam. La struttura fa parte di quella sperimentazione operata dai progettisti per quanto riguarda le infinite possibilità che un materiale tanto semplice come il bambù riesce ad offrire.

Il bambù è un arbusto tipico del Vietnam e viene utilizzato molto spesso in ambito strutturale dalle maestranze locali che hanno sviluppato tecniche molto avanzate di intreccio che lo rendono adatto anche ad essere adibito alle strutture di sostegno degli edifici. Il bambù è, inoltre, un materiale naturale che aiuta la realizzazione di tutta quella serie di operazioni che riescono a fare in modo che ci sia un impatto ambientale estremamente ridotto.

Eco-Resort Pavilion_Studio Vo Trong Nghia Architects

(Eco-Resort Pavilion_Studio Vo Trong Nghia Architects)

Eco-Resort Pavilion_Studio Vo Trong Nghia Architects

Nel caso del Eco-Resort Pavilion è stata sfruttata anche un'altra caratteristica del bambù, ovvero la sua grande flessibilità. Il bambù, infatti, è in grado di offrire numerose configurazioni diverse senza però andare a compromettere la stabilità dell'intero sistema. In questo caso il bambù è stato massimizzato per dare vita a forme curvilinee.

L'Eco-Resort Pavilion ha una pianta circolare e la struttura di sostegno è composta da 38 archi prefabbricati che sono stati istallati sulla pianta per mezzo di un pilastro centrale. Questa configurazione ha sentito la necessità di un sistema portante ibrido, ovvero con l'inserimento di una piattaforma e della colonna stessa in cemento armato, oltre che ai servizi. Questa soluzione, però, ha il vantaggio di sfruttare le caratteristiche di entrambi i materiali ed è stato possibile progettare spazi con altezze differenti. Gli archi partono dal centro e si allineano radialmente verso il perimetro.

L'ambiente interno che viene a crearsi grazie a questa serie di archi da un impatto molto forte al visitatore, che ha l'impressione di trovarsi in una navata di una chiesa gotica. Anche la luce contribuisce a questa sensazione. Infatti, la copertura è priva di finestre e la luce penetra nell'ambiente solo dal perimetro, dai piccoli spazi che si creano fra i costoloni di bambù e dal lucernaio centrale. Il lucernaio ha anche il ruolo di favorire la ventilazione naturale della sala sottostante.

All'esterno, la struttura è stata ricoperta di paglia e questo aiuta un migliore inserimento del paesaggio.

Per la costruzione del Eco-Resort Pavilion, i progettisti si sono affidati alla collaborazione della Ho Chi Minh City, una società di operai specializzati. Esempi di strutture simili del Vo Trong Nghia Architects sono gli edifici all'interno dei Jardines de Mexico, ovvero l'Hill Restaurant e Lake Restaurant e il centro congressi Event Center e in Vietnam il Wind and Water Bar a Binhduong e il Kontum Indochine Café a Kontum

Hill Restaurant_Jardines de Mexico_Studio Vo Trong Nghia Architects

(Hill Restaurant_Jardines de Mexico_Studio Vo Trong Nghia Architects)

Lake Restaurant_Jardines de Mexico_Studio Vo Trong Nghia Architects

(Lake Restaurant_Jardines de Mexico_Studio Vo Trong Nghia Architects)

Event Center_Jardines de Mexico_Studio Vo Trong Nghia Architects

(Event Center_Jardines de Mexico_Studio Vo Trong Nghia Architects)

Wind and Water Bar_Binhduong_Studio Vo Trong Nghia Architects

(Wind and Water Bar_Binhduong_Studio Vo Trong Nghia Architects)

Kontum Indochine Café_Kontum_Studio Vo Trong Nghia Architects

(Kontum Indochine Café_Kontum_Studio Vo Trong Nghia Architects)

Autore

Dott.ssa Chiarina Tagliaferri

Articolo letto 536 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli