L'ufficio? Diventa una rilassante casetta da giardino

Sono moderne, confortevoli, catturano la luce naturale e l'aria fresca. Sono costruite con materiali sostenibili ed a basso costo. Ecco le casette-ufficio da giardino.


Ci capita di sentirci sempre più stressati? Andiamo sempre più di corsa, siamo sempre più in affanno. Stop!...verrebbe da dire. Non abbiamo più bisogno, e per forza, di abbandonare il nostro luogo di lavoro per staccare la spina e sentirci di colpo completamente rilassati. Perchè oggi, per fortuna, si stanno creando soluzioni particolarissime ed al passo con i tempi, pronte a regalare già da subito, mentre si è al lavoro al loro interno, un palpabile stato di benessere. Stiamo parlando della "garden shed", alla quale si va sempre più aggiungendo un nuovo termine: quello di "office".

Di cosa trattiamo?

Di strutture comode, molto luminose, trasportabili, davvero originali ed interessanti. E' vero, sono di piccole dimensioni, ma non per questo risultano essere claustrofobiche, anzi. La "garden shed office" si basa su un concetto di design "minimale": dunque uno spazio essenziale, funzionale ed anche a basso costo. Sul mercato appaiono infinite proposte. Tra quelle che attirano l'attenzione in modo particolare? Ecco che spuntano la "Tetra Shed" e la "Ecospace WorkPod" .

di David Ajasa-Adekunle .

(Ecco un esempio della "casetta-ufficio nel giardino": "Tetra Shed", soluzione progettata a Londra da David Ajasa-Adekunle).

Il primo progetto esprime un nuovo sistema di costruzione modulare. Si basa sulla praticità e sulla innovazione. E' stato messo a punto a Londra da David Ajasa-Adekunle dello studio di design "Innovation Imperative". A colpire è subito la forma (un poliedro a quattro facce), da qui il nome "tetra" dal greco "quattro). La scelta dell'aspetto offre di collocare facilmente la soluzione ovunque. Si tratta di uno spazio open ben sfruttabile in ogni suo angolo. Tende a mimetizzarsi tra la natura anche grazie alla sua superficie di 10 metri quadri. L'azienda offre la possibilità di fare scegliere la struttura tra più colori. Le porte così come le finestre sono "pieghevoli" (fold out): riescono in questo modo ad attirare luce naturale ed aria fresca. I materiali sono molto semplici. Figurano: rame, zinco, acciaio, compensato, legno di quercia.

essenziale e funzionale

(Ecco un esempio "Tetra Shed" più ravvicinato).

"Il progetto può servire - si legge chiaramente sul sito ufficiale - anche per altri usi: per aule per l'insegnamento; per estensioni di casa; per palestre in giardino; o ancora per spazi espositivi e commerciali". I costi per una Tetra Shed? Partono da 15.000 sterline a salire. Il progetto è stato presentato al pubblico per la prima volta in occasione del "Grand Designs Live" di Londra, nel mese di maggio del 2012.

Un altro interessante, moderno e pratico esempio di "garden shed office" ci viene dalla azienda "Ecospace".

Il disegno in esame porta il nome di "WorkPod" e si presenta come un compatto spazio di lavoro ergonomico studiato appositamente per una sola persona. L'installazione è molto veloce, bastano anche soli quattro giorni di lavoro. Ogni soluzione "Ecospace" ha linee eleganti; è costruita per durare a lungo; è realizzata con materiali naturali; ha un riscaldamento a pavimento a baso consumo energetico; gode di ottimo isolamento termico; è facilmente adattabile in loco, ed è meticolosamente progettata con opzioni flessibili essendo appunto una costruzione modulare. Le possibilità di varianti sono davvero infinite.

Ecospace

(Ecco un pratico esempio di "Modular Garden Studios": "Work Pod" pensata dall'Azienda "Ecospace").

Ma quale è la filosofia di creazione dell'azienda "Ecospace"?

"Il concetto principale che guida "Ecospace" - si legge sul sito ufficiale - è stato sviluppato circa 10 anni fa, in risposta alle questioni ambientali, economiche e spaziali che abbiamo di fronte oggi. Il nostro approccio - spegano gli architetti - è sempre stato quello di creare un edificio sostenibile di alta qualità ad un periodo di consegna costo fisso e corto combinando progettazione e costruzione off-site in-house".

Workpod

(Ecco un esempio di interno della struttura "Work Pod". Lo spazio è sufficiente per tavolo da lavoro e numerose mensole strutturali).

Il primo modello "Ecospace" è stato realizzato nel 2002 e da allora c'è stata una evoluzione continua nelle scelte e negli approcci. Per chi ha intenzione di avere uno studio nel giardino con una zona dove anche staccare per qualche ora e rilassarsi comodi, ecco allora che la "Ecospace" propone "Mono-pitch": il monolocale con soppalco e con tetto spiovente e lucernario con il quale si cattura tutta la luce naturale. Per installarlo nel giardino serve davvero pochissimo tempo: massimo una settimana.

casetta-studio con soppalco

(Ecco un esempio di interno "Mono-Pitch" della "Ecospace". Zona lavoro, vetrate che catturano la luce naturale e scala per soppalco in vista per riposarsi all'occorrenza):

Tra le novità? La struttura può essere tranquillamente esente dal permesso di costruzione.

Regno Unito

(Ecco un altro esempio di casetta-ufficio nel giardino. Si chiama "Office Pod" ed è una idea lanciata nel Regno Unito. E' stata realizzata per: ridurre le emissioni di CO2, aumentare la produttività ed adattarsi alla location in cui è collocata).
Autore

Dott.ssa Mariagrazia Poggiagliolmi

Articolo letto 24.485 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli