È possibile far ripartire il settore dell'edilizia con le case prefabbricate in legno? Quali sono le figure professionali legate a questo settore?

Nella stasi della crisi economica, le casa prefabbricate tirano un respiro di sollievo, aumentando la percentuale di interessati, rispetto a quella attestata per l'edilizia tradizionale in muratura. Quale è il presente e il futuro delle case prefabbricate in legno, nel territorio italiano? Quali sono le nuove figure professionali legate al settore delle case prefabbricate e della bioedilizia? I suggerimenti per una ricerca mirata.


La crisi economica ha travolto tutto il mondo del lavoro, trascinandolo in un baratro inesorabile. La tristezza e l'insoddisfazione dei giovani e di colori i quali hanno perso il lavoro in tarda età, risulta essere una piaga profonda, invisibile solo a chi non vuole vederla.
Il settore edilizio, non è da meno e rientra, anch'esso in un sopravvivenza lenta, fatta di incentivi fiscali, ristrutturazione e riqualificazione energetica. Le antiche tecniche di costruzione vengono abbandonate, ma all'orizzonte ne appaiono altre, le quali garantiscono un futuro roseo per l'edilizia e forse anche per il mondo del lavoro.

COME È LA SITUAZIONE DELLE CASA PREFABBRICATE IN LEGNO NEL TERRITORIO ITALIANO, AI GIORNI NOSTRI?

Nonostante in Italia non vi sia ancora una cultura degli immobili a basso consumo, sembra che le cose stiano gradatamente mutando, in favore delle case prefabbricate in legno e delle costruzioni passive. Ciò è e sarà possibile, grazie alla spinta delle normative europee verso una legislazione italiana sempre più attenta alla riforma degli obsoleti attuali protocolli di certificazione energetica edilizia.
Le case prefabbricate in legno sono già pronte per tale rivoluzione energetica , classificandosi come abitazioni passive, a bassissimo consumo, dall'altra parte, invece, per il settore dell'edilizia tradizionale la riforma risulterà molto ardua.

Casa prefabbricata in legno
(Casa prefabbricata in legno)

Infatti, il settore delle case in legno, in Italia, negli ultimi anni, ha assistito ad un impennata notevole, passando dallo 0,5% del 2008 al 6% del 2012 e le prospettive future, sono piuttosto rosee, poiché si stima di raggiungere il 15% nel 2015. Tali considerazioni derivano da uno studio approfondito effettuato dall'Associazione delle case prefabbricate in legno, perciò molto verosimile e attendibile.

La fama e il successo delle case prefabbricate in legno si contrappone ad una latente lentezza del settore delle costruzioni tradizionali, poiché quest'ultimo, non ha saputo cogliere le innovazioni dei tempi moderni, intrisi di crisi economica, ma la contempo di efficienza energetica e di sostenibilità ambientale, sempre più comuni nel nostro paese.

Per le costruzioni tradizionali, inoltre, manca una rigorosa legislazione che regolarizzi il settore della bioedilizia, dunque le case prefabbricate in legno vengono concepite come le uniche abitazioni in grado di favorire i bassi risparmi, oltre che il dimezzamento delle percentuali di sostanze tossiche contenute nei materiali e nei prodotti impiegati.

Casa tradizionale in muratura
(Casa tradizionale in muratura)

Per riassumere il panorama italiano delle case prefabbricate si fa riferimento ad una dichiarazione di Johann Waldner, presidente di Lignius (Associazione delle case prefabbricate in legno), il quale afferma che «La richiesta di abitazioni in legno in Italia è cresciuta molto, ma soprattutto si è distribuita su tutto il territorio nazionale»; a cedere al fascino delle case prefabbricate, dunque, non sono più quindi solo le regioni del nord Italia, come il Trentino Alto Adige, ma l'interesse divaga anche nelle regioni del centro e del sud, affermandosi maggiormente in città come Roma, Napoli, Bari e Catania; Waldner prosegue asserendo che adesso è arrivato il momento di «cambiare anche la cultura del costruire che deve tornare ad avere un'etica, mettere al centro le persone, non solo il profitto». (Fonte casa24.ilsole24ore.com)

CERCASI LAVORO: COME BISOGNA APPROCCIARSI AL SETTORE DELE CASE IN LEGNO?

La green e la white (quella relativa alla frontiera dell'efficienza energetica, dalla riqualificazione energetica, alla climatizzazione e l'illuminazione) economy sono pronte ad investire sul futuro ed è per tale motivazione che creeranno oltre un milione di posti di lavoro in tutta Europa. I giovani italiani, disperati e disoccupati, dunque, non hanno nulla da temere: il futuro sarà, più che green e white, sarà roseo!

Questa favorevole ondata di nuove offerte di lavoro porterà all'occupazione di 54 figure professionali nel settore della sostenibilità, tra quelle già esistenti, oppure da creare attraverso corsi di formazione o itinerari universitari specializzati. (Per ulteriori approfondimenti al riguardo consultate il seguente link adnkronos.com)

Anche il settore delle case in legno non si tira indietro e, con la forte e rapida espansione, offre  molte opportunità d'impiego di nuove figure professionali, come ad esempio l'esperto di gestione dell'energia, l'energy auditor, il certificatore energetico, oppure classiche, tra le quali l'architetto, l'ingegnere, il geometra. Quest'ultime, si contrappongono nettamente a quelle alle quali ci ha abituato l'edilizia tradizionale.

Progetto di una casa
(Progetto di una casa)

I giovani che fossero interessati al settore delle case prefabbricate in legno potranno, senz'altro, trovare una guida approfondita sul sito del bioarchitetto Paolo Crivellaro. Anch'egli, prima progettista tradizionale, si è interessato lentamente al settore della bioarchitettura, all'interno della quale egli ha scoperto un mondo nuovo, oltre che "molte risposte e soluzioni, non solo tecniche". (Fonte caseprefabbricateinlegno.it)

Il consiglio che lo stesso bioarchitetto fornisce ad un lettore è quello di contattare vari costruttori di case prefabbricate in legno, magari frequentando eventi fieristici.
Non è sufficiente una laurea in architettura per specializzarsi nella costruzione di una casa prefabbricata in legno, ma gli aggiornamenti e la continua formazione, magari in stati esteri come la Germania, sono i fattori indispensabili per diventare dei veri esperti ed operare coscienziosamente, senza diventare subdoli affamati di denaro: quest'ultimo, a sua volta, arriverà come anche la fama di ottimi progettisti o costruttori.

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello

Articolo letto 1.039 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli