Marin Country Day School: la scuola certificate LEED Platinum

La Marin Country Day School (MCDS) costruita in California, dallo studio di architetti EHDD, è un campus tra i maggiori complessi ecosostenibili del mondo. Infatti, ha ottenuto il prestigioso Merit Award dall'American Institute of Architects (AIA) e l'altrettanto importante certificazione LEED Platinum.


L'American Institute of Architects (AIA) ha riconosciuto l'importante Merit Award al campus Marin Country Day School (MCDS) di Corte Madera, in California. Questo riconoscimento va ad unirsi alla certificazione LEED Platinum ottenuta dal complesso nel 2010 e lo annovera, di fatto, tra le costruzioni bio edili più moderne ed ecosostenibili del mondo.

Progettato e realizzato dallo studio di architetti EHDD, specializzato in edifici eco friendly, il Mary Country Day School sviluppa una sinergia tra la struttura fisica e il programma scolastico, educando gli studenti ad avere una coscienza ecologica. In virtù di questo, gli alunni sono stati direttamente coinvolti nelle varie fasi di progettazione: dall'idea iniziale ai lavori di edificazione. Il monitoraggio dei risultati è stato fondamentale per dimostrare a ragazzi e genitori la valenza di un'opera green appartenente al settore del sociale e dell'istruzione.

Esterno della Marin Country Day School(Esterno della Marin Country Day School)

Sempre, poi, per proseguire e incentivare il legame tra gli studenti e il sito, le aule sono state concepite per snodarsi intorno al cortile esterno, vero cuore del progetto. Il campus  comprende, inoltre, centri di raccolta, stanze dedicate alla tecnologia, laboratori di arte, uffici e un nuovo parco giochi. Sostanzialmente abbiamo oltre 23.000 metri quadrati di edifici nuovi e 10.646 metri quadrati di strutture esistenti e sottoposte a ristrutturazione.

Ingresso della Marin Country Day School(Ingresso della scuola californiana)

Il plesso scolastico, di due piani, presenta file di finestre che consentono di sfruttare a pieno l'illuminazione naturale, riducendo i costi dell'energia elettrica impiegata solo nelle fasi notturne. Una serie di lucernari favorisce ulteriormente l'ingresso della luce. La aule sono dotate di lampade disposte in due o tre differenti direzioni, allo scopo di conferire agli spazi la corretta distribuzione della luce. I contatori controllano la quantità di energia da erogare.

Aula della Marin Country Day School(Le vetrate donano alle classi molta luce naturale)

Le vetrate permettono una buona circolazione d'aria e il ricambio della stessa. Le schermature riparano dal sole durante la stagione calda e contribuiscono a mantenere fresche le aule.

Un sistema di raccolta delle acque piovane convoglia queste ultime dal tetto a una cisterna sotterranea di 15.000 litri. L'acqua stoccata, sarà, in un secondo momento, filtrata meccanicamente e immessa nei bagni. 

Schema del sistema idrico della scuola(Schema del sistema idrico presente nella scuola)

La progettazione del campus ha voluto rispettare al massimo la natura e l'ambiente circostante. In tal senso, le nuove costruzioni sono state ottenute dall'abbattimento di quelle esistenti, senza invadere la collina, che grazie a questa scelta attenta e accorta ha potuto restare intatta. Non solo, le specie piantate negli spazi esterni sono autoctone e dunque adeguate a resistere al clima della zona, caratterizzato da lunghi periodi di siccità. Ciò riduce al minimo l'irrigazione.

I terrazzi offrono aree di ristoro e relax e sono coperti da pergolati. In tal modo, risultano ombreggiati nelle ore di maggiore irradiazione solare e garantiscono un buon riparo anche in estate.

Terrazzo della scuola californiana(Terrazzo della scuola californiana)

Altro aspetto fondamentale della struttura è il suo isolamento termico. Questo involucro composto da legno, impiegato anche nelle finiture, permette di avere una temperatura costante negli ambienti e di evitare i ponti termici, garantendo una prestazione molto simile a quella che si otterrebbe in un edificio passivo. L'installazione di pannelli fotovoltaici fornisce la quantità di energia elettrica sufficiente a coprire i fabbisogni del campus e ad abbattere i costi.

La scuola di notte(Una suggestiva panoramica esterna della scuola al crepuscolo)

Come detto poco sopra, il legno è il materiale principale usato per la costruzione. Quasi tutto è certificato FSC ed è di cedro. In aggiunta, un certo numero di materiali sono stati recuperati dalle demolizioni e riutilizzati nella realizzazione, per esempio, di componenti di arredo, come i banchi del campus. Le lastre di cemento sono state tagliate e impiegate per il nuovo ingresso.

Infine, la scelta degli elementi costruttivi ha prediletto quelli con minore presenza di VOC (Volatile Organic Compound) e di altre sostanze tossiche, alle quali i bambini risultano più sensibili degli adulti.

Fonti
Inhabitat
aiatopten
Rinnovabili.it

Foto
aiatoptem 

Autore

Dott.ssa Elisabetta Rossi

Visualizza l'elenco dei principali articoli