Noleggio prefabbricati: i nuovi modelli in commercio e la convenienza dell'affitto dei prefabbricati

La tendenza del noleggio dei prefabbricati sta prendendo piede, anche grazie alle offerte delle aziende che si accollano le spese di manutenzione e velocizzano i tempi di spedizione. E si tratta di un'ottima idea anche per chi volesse vendere il proprio prefabbricato.


In tempi di crisi, il prefabbricato si affitta. Insomma, non è detto che sia necessario comprare a tutti i costi. Il mercato abitativo si adegua alla mancanza di liquidità. Calano, inevitabilmente, i prezzi delle vendite degli appartamenti e si ricorre più spesso al classico canone di locazione. Una soluzione che sta prendendo piede, diventando tendenza, anche quando si parla di prefabbricati.

D'altronde noleggiare ha una serie di vantaggi, oltre al prezzo: per cominciare non viene richiesta al locatario alcuna spesa di manutenzione del box, anche quando il prefabbricato viene noleggiato per diversi mesi. Quello del mantenimento in buone condizioni è un aspetto di cui si occupa sempre l'azienda fornitrice; inoltre è molto più facile che si possa attuare un cambiamento di modulo.

Come a dire, se per l'inizio di un'attività commerciale si affitta un solo box, non sarà difficile, qualora gli affari andassero bene, unirne un altro oppure cambiarne destinazione d'uso. Infine non si tratta di una scelta vincolante, dato che il prefabbricato per l'affittuario non rappresenta un capitale immobilizzato.

Se entriamo in un ambito più tecnico, il noleggio permette di avere sia monoblocchi assemblati che sovrapponibili, non ha limiti di superficie (si passa dai 4 ai 6 agli 8 metri ed anche di più)  ce ne sono di molte tipologie, a seconda dell'uso, con servizi igienici, piuttosto che aria condizionata, ad uso spogliatoio o ufficio, con arredi da interni forniti dalla stessa azienda che noleggia, oppure completamente vuoti. Senza contare che l'affitto dei prefabbricati  ha l'ineguagliabile vantaggio di limitare i costi, al tempo in cui c'è reale necessità di quel tipo di sistema abitativo. Di solito poi, se non si hanno esigenze dalla particolare estrosità, in uno, due giorni al massimo, il prefabbricato è già a destinazione. Ed i tempi di montaggio? Brevi, molto brevi, non più di qualche ora e talvolta, con pacchetti all inclusive, anche meno.

Non è detto poi che si debba sacrificare l'efficienza all'estetica, perché da qualche anno, anche a noleggio, è possibile trovare monoblocchi vetrati, che, soprattutto se parliamo di uffici, facilitano il lavoro all'interno perché permettono allo sguardo di spaziare. Sono disponibili poi box anche con ampie finestre. I prezzi neanche a dirlo, rispetto all'investimento iniziale da fare in caso di acquisto, sono decisamente contenuti.

Un monoblocco di 6 metri, approfittando di qualche offerta delle aziende che si occupano di noleggio, di solito ampliamente sponsorizzate sui motori di ricerca e sui siti dedicati, può venire a costarvi non più di 100 euro al mese, con Iva e trasporto esclusi però. Se nel container desiderate l'aria condizionata, si può salire a 150 euro. Ovviamente, ogni elemento suppletivo, dai servizi igienici all'arredo interni, ha un costo aggiuntivo. Le imprese che noleggiano poi, quasi sempre, sono anche interessate a comprare l'usato, che poi reimmetteranno sul mercato dopo adeguata manutenzione.

Se quindi siete intenzionati a vendere il vostro prefabbricato, magari per comprarne un altro che si addica alle vostre nuove esigenze o semplicemente non avete più bisogno di questo tipo di sistema abitativo, non sarà difficile riuscire a trovare un acquirente. Ovviamente è necessaria la buona condizione del vostro box, elemento imprescindibile perché possa essere riutilizzato da qualcun altro. Assodato questo aspetto, basterà cercare sui motori di ricerca ‘vendita prefabbricato' per trovare le imprese che si occupano di questo servizio. Solitamente il primo step si supera per via telematica. Vi chiederanno, in uno spazio apposito, di specificare le caratteristiche del vostro container, dalla metratura ad eventuali ‘segni particolari',  poi vorranno che alleghiate una foto dell'esterno e dell'interno del box ed infine, vi diranno di avanzare una proposta economica. In questo caso meglio rimanere concorrenziali e non ‘sparare' grosse cifre.  Se saprete giocarvi bene le vostre carte, potrete sperare di riuscire a ‘piazzarlo'.

Marina Luzzi

pubblicato il 21 Ottobre 2013

Visualizza l'elenco dei principali articoli