Prefabbricati in legno multipiano. Sette piani in legno e vetro per la nuova sede Tamedia

Nel cuore della città di Zurigo sorge il Tamedia Building, sede del colosso svizzero dell'informazione. Una struttura in legno e vetro dalle eccellenti prestazioni energetiche realizzata da Shigeru Ban.


Quando parliamo di strutture prefabbricate in legno siamo solitamente abituati ad avere a che fare con case monofamiliari, alte al massimo 2-3 piani. L'estrema versatilità del legno, tuttavia, ha permesso negli ultimi anni una continua sperimentazione edilizia e architettonica che ha portato alla realizzazione di numerose strutture multipiano, con risultati spesso sorprendenti. Uno degli edifici più interessanti e innovativi è il Tamedia Building, nuova sede del colosso svizzero dell'informazione completato a Zurigo nel luglio dello scorso anno, realizzato con struttura portante in legno e facciata in vetro

La sede Tamedia, con struttura in legno e facciata in vetro

(Il Tamedia building)

L'edificio di sette piani è stato progettato da Shigeru Ban, architetto giapponese di fama mondiale vincitore quest'anno del Premio Pritzker, da sempre interessato alla sperimentazione di nuovi linguaggi architettonici attraverso l'utilizzo di materiali naturali e riciclabili, capace di fondere abilmente la tradizione architettonica orientale con i linguaggi contemporanei occidentali. Il Tamedia Building è il suo primo progetto in Svizzera, ma l'architetto sta già lavorando ad un altro progetto nel paese che consisterà nella costruzione della nuova sede del gruppo Swatch a Bienne, il cui completamento è previsto per il prossimo anno. 

La struttura

Il Tamedia Building sorge nel cuore della città di Zurigo, su un terreno di circa mille metri quadrati a pochi passi dalla sede di altri edifici appartenenti al gruppo Tamedia. La componente strutturale di questo edificio di sette piani è stata realizzata interamente in legno, ed è rivestita da un involucro esterno in vetro che consente una totale compenetrazione tra gli spazi interni e la città. L'edificio presenta una struttura a telaio, realizzata mediante l'utilizzo di moduli prefabbricati prodotti in fabbrica con precisione millimetrica e assemblati direttamente in cantiere in pochissimo tempo. Una delle particolarità di questa struttura è l'assenza di ulteriori componenti di supporto estranee al legno. Gli elementi prefabbricati, infatti, sono collegati l'un l'altro con strutture a incastro evitando del tutto l'utilizzo di supporti in acciaio, tutti sostituiti da componenti legnose. 

Giunzioni in legno nel Tamedia Building

(Giunzioni degli elementi in legno)

È stato calcolato che per la realizzazione dell'intero edificio sono stati utilizzati 2000 metri cubi di legno lamellare proveniente da foreste di abete certificate, per un totale di 1400 moduli prefabbricati. La struttura è completata con una doppia facciata in vetro, che consente non solo di creare una connessione tra gli ambienti interni e l'esterno cittadino (una delle facciate sorge a ridosso del fiume Sihl), ma anche di favorire l'efficienza energetica dell'edificio. Tale superficie vetrata, infatti, percorre l'intero perimetro dell'edificio, consentendo agli ambienti interni una totale apertura verso il paesaggio circostante. 

Efficienza energetica 

L'utilizzo di una doppia facciata in vetro ha permesso di realizzare una struttura che risponde ai più stringenti parametri di efficienza richiesti dalla normativa svizzera sui consumi energetici degli edifici. Tale strumento ha consentito di creare un'intercapedine in grado di proteggere termicamente l'edificio e di favorire la ventilazione naturale. A questo si aggiunge l'assenza di utilizzo di combustibili fossili per il riscaldamento e il raffrescamento dell'edificio, per i quali sarà utilizzato un sistema geotermico che sfrutterà le acque sotterranee del posto. 

Interno del Tamedia building

(Gli interni del Tamedia Building)

L'intero edificio, d'altra parte, è stato concepito secondo criteri di sostenibilità ambientale, come di consueto nelle opere di Shigeru Ban, da decenni interessato all'utilizzo nell'architettura di materiali economici e riciclabili. Basti pensare che già negli anni Ottanta ha cominciato a sperimentare soluzioni architettoniche alternative utilizzando il cartone come materiale strutturale. La realizzazione del Tamedia Building va nella stessa direzione. Il legno, com'è noto, è uno dei materiali naturali più sostenibili, grazie alla sua completa riciclabilità e  al basso dispendio energetico necessario alla produzione delle componenti per l'edilizia. 

Immagini da www.shigerubanarchitects.com

Autore

Dott.ssa Serena Casu

Visualizza l'elenco dei principali articoli