Tetti giardino. Polmoni verdi ecosostenibili

I tetti giardino sono una pratica edilizia che può risolvere molti problemi legati al raffreddamento degli edifici, al drenaggio delle acque all'inquinamento. Sono, inoltre, delle piccole isole verdi al servizio della comunità.


Con la dicitura tetto giardino si intende quella tecnica costruttiva secondo la quale alle tegole o al cemento di una copertura viene sostituita la vegetazione.

Questa tecnica è applicabile a qualunque genere di situazione, sia per quanto riguarda la destinazione d'uso, che sia un edificio industriale, commerciale, educativo, ricreativo o ad uso residenziale, sia per la conformazione della struttura, ovvero per casi di tetti piani o inclinati.

Esempio di agglomerato urbano con tetti giardino istallati sulle coperture

(Esempio di agglomerato urbano con tetti giardino istallati sulle coperture)

I tetti giardino sono usati da molti anni in tutto il mondo e si possono fare degli esempi, come per quanto riguarda il Giappone, precisamente a Tokyo, dove oltre il 20% della superficie è coperta da vegetazione sui tetti, oppure in Europa, in particolar modo in Francia e Italia, dove questo genere di tecnica è stato molto utilizzato dall'inizio del XIX grazie ai famosi postulati di un importante architetto, Le Corbusier.

Le Corbusier è stato uno dei protagonisti del Movimento Razionalista, da cui nasce l'Architettura Organica, opposta al primo solo in apparenza.

Le Corbusier, nel suo celebre libro "Vers une Architecture", descrive accuratamente i suoi cinque punti, ovvero: pilotis, tetto-giardino, pianta libera, facciata libera e finestre a nastro. Sono questi gli elementi che hanno radicalmente cambiato la storia dell'architettura, del progettare e dello stesso vivere l'abitazione.

Oltre a ciò, Le Corbusier stabilisce Le Modulor ispirato a L'Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci. Molti sono gli esempi applicativi di questi principi, sia per quanto riguarda l'edilizia che per il disegno industriale e sono tutti direttamente ispirati all'uomo e al suo benessere all'interno di una società moderna ed in continua e veloce evoluzione.

Esempio di progetto basato sul principio dei tetti giardino

(Esempio di progetto basato sul principio dei tetti giardino)

Per quanto riguarda il punto del tetto-giardino, questo rappresenta per molti versi un'assoluta novità all'interno del panorama di quegli anni.

Nel dettaglio, l'architetto parte dal presupposto che una delle principali cause di malessere all'interno di una città o, più in generale, di una società urbanizzata è il suo allontanamento dalla natura. Questo ha comportato, molto spesso, condizioni di stress e di disagio.

All'inizio del secolo scorso, con l' "invenzione" del cemento armato, è stato possibile armare per rinforzare i solai gli edifici e renderli liberi all'interno. Da qui sono nati i tetti-giardino che presentavano notevoli caratteristiche.

Prima di tutto, questi erano una vera e propria estensione della città, che diventava sempre più grigia e piena di edifici. Un giardino sul tetto rappresentava un modo per avvicinarsi alla natura pur non allontanandosi alla città.

In secondo luogo, questi piccoli giardini potevano diventare dei polmoni verdi, specie quanto le città cominciarono a congestionarsi. Un nuovo modo di vivere l'abitazione, e come scrive Le Corbusier: "Alloggiare? Vuol dire abitare, saper abitare. L'alloggio è lo specchio della coscienza di un popolo. Saper abitare è il grande problema, e alla gente nessuno lo insegna".

Stratificazione di una copertura che ospita un giardino

(Stratificazione di una copertura che ospita un giardino)

Molte sono state le applicazioni, da questi anni in poi e continuano ad aumentare perché inserire un tetto giardino all'interno di una struttura apporta numerosi vantaggi sia all'agglomerato urbano che ai suoi abitanti.

Bisogna ovviamente iniziare dai benefici ambientali. Istallando delle piante sul tetto, queste iniziano ad assorbire il calore per mezzo dei loro processi naturali e la conseguenza e che si può ridurre l'uso degli impianti di raffreddamento interno. Le piante, inoltre, rendono più pulita l'aria e drenano le acque piovane, limitando i danni alle strutture e i sovraccarichi alla rete fognaria.

Da qui, il vantaggio è quello economico, sia per quanto riguarda la limitazione degli interventi sulle strutture, appunto raffreddamento o fognature, sia perché questi tetti possono anche essere utilizzati per una piccola produzione agricola.

Infine, il benessere importante tanto quello ambientale è sicuramente nei confronti della società. Queste piccole isole verdi possono ridurre lo stress e aumentare la coesione fra gli abitanti del quartiere, creando delle piccole zone di incontro o di gioco per i bambini.

Autore

Dott.ssa Chiarina Tagliaferri

Articolo letto 2.651 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli