Un mattone ecologico contro l'inquinamento cittadino: il biomattone

Tra malte e mattoni di ultima generazione le case diventano sempre più attente all'ambiente che le circonda.


Il CO2 è una delle componenti essenziali dell'inquinamento dell'aria che affligge gran parte del mondo. Una vera e propria piaga sociale che ha portato negli anni la comparsa di numerose malattie denominate della "modernità". Numerosi sono stati gli interventi e i trattati per abbattere le sogli eccedenti i limiti autoimposti dai governi, oggi un nuovo metodi si affaccia sul mercato.

Pensate alle strade, anzi alla vostra città, paese o paesello. Cosa vedete di comune in tutti i luoghi che abitate o frequentate? Case e macchine. Due degli elementi inquinanti per eccellenza. Il primo produce inquinamento del suolo e dell'aria, il secondo, con i suoi scarichi, produce quel fastidiosissimo odore che rende l'aria che respiriamo insopportabile.

Le nuove tecniche di produzione, però, hanno finalmente trovato un metodo per limitare, anche se non elimina sia chiaro, almeno in parte il problema. Pensando alla costruzione delle case, l'azienda equilibrium ha presentato un materiale davvero innovativo in grado di abbattere l'inquinamento, il Biomattone.

Il biomattone prodotto dalla Equilibrium
(Il biomattone prodotto dalla Equilibrium)

Un materiale di costruzione innovativo che viene fabbricato a freddo e con basse immissioni di CO2 nell'aria, e composto da un materiale chiamato Natural Beton, una mistura di canapa e calce, che ha numerosissimi pregi.

Il Biomattone dell'equilibrium, che ha usato la mistura di Natural Breton anche per la costruzione di case prefabbricate, è venduto in blocchi da 20x50 e ha varie misure di spessore che va da 8 centimetri sino a 40. Questo materiale è facile da utilizzare, non tanto differente dai mattoni normali, ma grazie alla sua particolare conformazione può assorbire l'inquinamento ambientale che lo circonda.

Tra i pregi che compongono le sue caratteristiche troviamo anche il comfort termico acustico, la resistenza al fuoco, a insetti e ad animali vari che si possono insinuare nelle pareti della propria casa. Il Biomattone, inoltre, è in grado di isolare anche dai fumi tossici in presenza di un incendio.

La messa in posa del Biomattone avviene grazie all'utilizzo di una malta in Natural Breton che ha lo scopo di distribuire il peso sui mattoni installati. La malta di Natural Beton è una mistura di calce idrata e legno di canapa che la rende il materiale da costruzione in grado di respirare e che combina proprietà di isolamento e massa tecnica. Una volta indurito la malta di Natural Beton diviene altamente isolante, rigido e leggero e si adatta facilmente sia a lavori di nuove costruzioni che a quelli di ristrutturazione.  

Lo stoccaggio e la messa in opera è garantita, poi, dalla leggerezza del materiale di cui sono composti Biomattoni. Questo materiale è sia facile da usare, ma anche molto versatile, perché esso può essere usato sia per pareti di muratura interna, sia per muratura perimetrale e quindi esterna.

Schema di muratura interna in bimattone

Schema di muratura perimetrale in biomattone

Il Biomattone, poi, è molto semplice da tagliare mediante l'utilizzo di una sega di tipo alligator che ne permette un taglio estremamente preciso. Questo significa che il Biomattone è facile da tagliare  anche per eventuali impianti idraulici o elettrici.

Sega di tipo alligatore necessaria per tagliare i biomattoni

Il Biomattone, e materiali simili, quindi danno vita ad un paesaggio in gradi di curare ciò che l'uomo sta distruggendo con le industrie e quindi con l'immissione scellerata di anidride carbonica nell'aria. Le case del nostro futuro appaiono sempre più facili e veloci da costruire, ma sempre più attente alla natura e all'ambiente che li circonda. Se non è l'uomo, quindi, ad occuparsi dell'aria che respira, allora sarà la sua casa che se ne occuperà.

Autore

Dott. Giovanni Rispo

Articolo letto 506 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli