Vivere senza impianti di riscaldamento. Il progetto di borgo solare a Udine

Un borgo solare bioclimatico sarà presto costruito in provincia di Udine. Undici case ecologiche di classe energetica CasaClima Gold, progettate secondo i criteri dell'architettura bioclimatica, che garantiscono comfort termico estivo e invernale senza impianti di riscaldamento.


Immaginate di poter vivere in un'abitazione che in inverno non necessita di alcun impianto di riscaldamento. Immaginate al tempo stesso che la medesima abitazione garantisca anche un eccellente raffrescamento nel periodo estivo. Ciò a cui state pensando è un edificio progettato secondo i criteri dell'architettura bioclimatica, cioè una struttura che, utilizzando alcune strategie passive, riesce a soddisfare tutte le esigenze termiche di cui ha bisogno sia in estate che in inverno senza l'ausilio di fonti energetiche non rinnovabili. 

Immaginate adesso che questi principi non valgano solo per un singolo edificio, ma siano applicati ad un intero quartiere, organizzato urbanisticamente sul modello dei tradizionali borghi locali, ma rispondente ai criteri costruttivi ed energetici propri dell'architettura bioclimatica, in un prolifico connubio fra tradizione e modernità. 

Il quartiere di cui stiamo parlando sorgerà prossimamente a Basiliano, un piccolo comune nella provincia di Udine, nel quale vedrà la luce il progetto di architettura sostenibile Zero Energy, che prevede la realizzazione di un vero e proprio Borgo Solare Bioclimatico, ideato dall'architetto Gianluca Rosso e inserito all'interno di un'area per la quale era già prevista una lottizzazione residenziale a bassa densità. Non si tratta solo della costruzione di case ecologiche, ma della realizzazione di un intero quartiere composto sia dalle abitazioni che dagli spazi sociali esterni. 

Il borgo solare bioclimatico - Progetto ZeroEnergy

(Il progetto di Borgo Solare Bioclimatico. Foto da www.progettozeroenergy.it)

Il progetto

Il progetto di Borgo Solare Bioclimatico prevede la costruzione di 11 alloggi residenziali, ciascuno dei quali dotato di giardino e orto privati, distribuiti in quattro edifici concepiti secondo i criteri dell'architettura bioclimatica e disposti attorno ad una piazza centrale, la cui conformazione è ricalcata sul modello dei tradizionali borghi rurali del Friuli, reinterpretati, però, in chiave contemporanea, per venire incontro alle moderne esigenze di risparmio energetico e di sostenibilità ambientale. 

Gli undici alloggi del Borgo Solare Bioclimatico

(Gli undici alloggi del Borgo Solare Bioclimatico. Immagine da www.progettozeroenergy.it)

Gli alloggi

Tutti gli alloggi del Borgo Solare Bioclimatico saranno certificati in classe CasaClima Gold, il più alto livello di certificazione energetica di CasaClima che presuppone un consumo di energia inferiore ai 10 KiloWattora per metro quadro l'anno, garantiti anche in assenza di sistemi di riscaldamento attivi. 

La classificazione energetica CasaClima

(I livelli di classificazione energetica CasaClima)

È proprio questa una delle particolarità delle case ecologiche del progetto Zero Energy: le abitazioni, i cui consumi energetici previsti vanno da 1 a 4 kwh/mq l'anno, non necessitano di impianti di riscaldamento, ma riescono a garantire comfort termico sia in inverno che in estate. Ciò è possibile grazie all'attuazione di alcune strategie passive previste dall'architettura bioclimatica. 

Vediamo in cosa consistono queste strategie nel caso specifico degli alloggi del Borgo Solare Bioclimatico.   

Il prospetto di un'abitazione del Borgo Solare Bioclimatico

(Il prospetto di una delle abitazioni del Borgo Solare Bioclimatico. Foto da www.progettozeroenergy.it)

  • La struttura: Non si tratta di una casa prefabbricata. La struttura è realizzata in muratura armata di laterizio, in modo tale che l'involucro dell'abitazione funga da massa termica per garantire al tempo stesso il miglior comfort energetico ed elevate prestazioni antisismiche. La struttura, inoltre, è corredata da un sistema di isolamento di grande spessore e senza ponti termici, al fine di ottimizzare le prestazioni termiche dell'edificio. Le pareti interne e i controsoffitti sono realizzati a secco in cartongesso, garantendo dunque la possibilità di modifiche nel tempo a seconda delle esigenze delle famiglie che abiteranno queste case ecologiche, e permettendo anche di ispezionare gli impianti tecnologici in modo più semplice. 
  • L'orientamento: Uno degli strumenti dell'architettura bioclimatica è il corretto orientamento degli edifici e delle aperture (porte e finestre a triplo vetro) alla luce solare, appositamente studiato per sfruttare al meglio l'irradiazione solare sia in inverno che in estate. Grazie al corretto orientamento della struttura, in inverno la luce solare, più bassa all'orizzonte rispetto all'estate, penetra attraverso le finestre ed entra all'interno dell'abitazione, fornendo gratuitamente il riscaldamento per gli ambienti interni. D'estate, invece, quando il sole è più alto e le temperature esterne sono più elevate, il problema del surriscaldamento da irradiazione solare viene risolto mediante l'utilizzo di aggetti, pergole e veneziane, che consentono di schermare la struttura e di proteggerla dal caldo estivo.
  • L'energia rinnovabile: A queste strategie passive si aggiungono alcuni impianti che consentono il migliore utilizzo dell'energia solare: alle pompe di calore e all'impianto solare termico collegato, si aggiunge anche un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica da fonte solare. L'impianto fotovoltaico previsto per il Borgo Solare Bioclimatico di Udine garantisce un picco di produzione di 6kw, che consente alle abitazioni non solo di essere energeticamente indipendenti, ma anche di produrre energia elettrica in surplus da cedere alla rete, oppure, eventualmente, da utilizzare per l'alimentazione di un'auto elettrica. 
  • Il giardino: Ciascuna abitazione, inoltre, è dotata di un proprio giardino privato ben orientato all'irraggiamento solare, in modo da garantire a chi vi abita la possibilità di avere anche un piccolo orto. 

L'attenzione al territorio

Il progetto, come si accennava, non si limita alla costruzione di edifici ecologici ed energeticamente efficienti, ma prevede la realizzazione di un intero quartiere. Le strutture, infatti, sono disposte intorno ad una piazza principale, dove è prevista la realizzazione di un'area verde per le attività sociali degli abitanti di questo piccolo borgo a pochi passi da tutti i servizi del comune di Basiliano. Il modello urbanistico di questo nuovo quartiere ecologico è stato realizzato dopo un attento studio dei tipici borghi rurali del Friuli, riproposti oggi in chiave contemporanea. 

L'intero progetto può contare su un'estrema attenzione al luogo in cui è prevista la sua realizzazione, a partire dalla progettazione, appositamente studiata per il clima locale, passando per la riproposizione dei modelli urbani locali, per finire alla collaborazione con imprese locali per la produzione e l'installazione di tutte le componenti degli edifici.

Autore

Dott.ssa Serena Casu

Visualizza l'elenco dei principali articoli