Zoetermeer, complesso di scuole green

Il complesso delle cinque scuole di Zoetermeer è stato progettato dai seARCH e porta con se i valori di alta tecnologia e risparmio energetico grazie a dettagli, come, ad esempio, i tetti giardino, le facciate ventilate e i sistemi fotovoltaici.


Nel comune di Zoetermeer, una cittadina dei Paesi Bassi, un paio di anni fa, si è concluso un progetto di edilizia sociale e scolastica non solo molto interessante dal punto di vista formale e architettonico, ma anche un traguardo per le tematiche inerenti alla salvaguardia dell'ambiente e le tecnologie verdi e rinnovabili.

Si tratta di un complesso di cinque scuole primarie, dalle piccole dimensioni con annesso un asilo nido e un doposcuola. La ricerca e la progettazione del complesso è stata affidata al gruppo seARCH, uno studio di architettura ed urbanistica di Amsterdam molto sensibile alle tematiche ambientali. Il complesso si trova nel quartiere di Vinex, una zona suburbana della città di recente sviluppo.

Zoetermeer Green School by seARCH, vista complessiva

(Zoetermeer Green School by seARCH, vista complessiva)

Lo scopo principale della commessa era quello di creare una struttura polifunzionale, "Un ambiente caldo e accogliente, non tipico di questi nuovi sviluppi ed è stato creato attraverso scala, colori e materiali espressivi. Un approccio di progettazione altamente sostenibile viene sottolineato nella costruzione, attraverso i parametri di orientamento, illuminazione, e morfologia generale".

L'insieme di scuole è stato progettato con lo stesso approccio delle case a schiera, una tipologia architettonica abitativa, non solo tipica e molto utilizzata sul territorio olandese, ma anche con qualche rigida regola che ne contraddistingue la fisionomia ed il carattere. Le scuole, infatti, sono formate da un unico edificio e suddivise in 5 blocchi adiacenti, collegati fra di loro sia per mezzo delle pareti laterali, sia grazie al lungo corridoio posto sul versante Nord.

Il ruolo del corridoio è di fondamentale importanza perché grazie a questo si possono assegnare due diversi ruoli alle due facciate, Sud e Nord. Il corridoio, infatti, è l'elemento flessibile del progetto che permette alla struttura di allargarsi in caso di necessità, come, ad esempio, una maggiore necessità di spazio per ospitare un maggior numero di bambini di anno in anno. A Nord è anche esposto tutto l'edificio, in corrispondenza, quindi, degli ingressi, e questo fattore limita l'irraggiamento.

Zoetermeer Green School by seARCH, vista dell'interno

(Zoetermeer Green School by seARCH, vista dell'interno)

Sul versante Sud, al contrario, si affacciano le zone comuni, ovvero i cortili, le sale giochi e gli auditorium, zone che variano in forma e dimensione per fornire un impatto più dinamico ed interessante sia dell'impianto complessivo che della pianta e dei percorsi. Essendo maggiormente esposto, il versante Sud ha poche zone vetrate mentre l'intero complesso è dotato di una facciata a vetro triplo e doppia pelle, per assicurare una ventilazione costante e naturale.

Zoetermeer Green School by seARCH, vista della copertura sfalsata, si alterna in tetto giardino e pannelli fotovoltaici

(Zoetermeer Green School by seARCH, vista della copertura sfalsata, si alterna in tetto giardino e pannelli fotovoltaici)

L'interno della scuola è dotato anche si una pista ciclabile ma la parte più interessante della scuola è la sua copertura sfalsata. Questa si configura con tetti inclinati alternati, dove sulla superficie, sempre in maniera alternata, vengono installati tetti giardino e pannellature fotovoltaiche. Il verde assicura un isolamento termico e l'energia è verde e ricavata dal sole. Con questi sistemi, alla scuola è assicurato un basso consumo energetico e una ventilazione bilanciata di aria fresca, pulita e continua.

Le entrate dei singoli edifici molto spesso sono arretrate e in vetro una particolarità è stata pensata tutta per i bambini, ovvero dei giganteschi disegni trasparenti di bambole ad opera dell'artista Lino Hellings, che con il sole riflettono tutti i loro colori.

Zoetermeer Green School by seARCH, vista degli ingressi vetrati

(Zoetermeer Green School by seARCH, vista degli ingressi vetrati)

Zoetermeer Green School by seARCH, vista delle vetrate esterne

(Zoetermeer Green School by seARCH, vista delle vetrate esterne)

Zoetermeer Green School by seARCH, vista di un cortile interno

(Zoetermeer Green School by seARCH, vista di un cortile interno)

Autore

Dott.ssa Chiarina Tagliaferri

Articolo letto 463 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli