Le case prefabbricate possono prendere vita e godere di ottima salute: la campionatura e la certificazione di una casa in legno

Dalla campionatura alla certificazione edilizia, tutti gli aspetti da considerare per la realizzazione di un edificio in legno costruito ad opera d'arte: idee chiare e decise, contolli attenti e minuziosi è ciò che serve per un progetto privo di modifiche future, improvvise e casuali.


Come per la progettazione e per la costruzione, le case prefabbricate in legno meritano un'attenzione particolare per la campionatura dell'edificio. Quest'ultima costituisce un passaggio fondamentale in quanto è in questo momento che il cliente dovrà compiere molte scelte per la propria abitazione.

La campionatura è indispensabile per una casa in legno poiché un banale stravolgimento del progetto iniziale può creare dei vincoli distributivi non facilmente risolvibili, dunque bisognerà sempre partire con il piede giusto, volgersi con animo positivo e trovare le soluzioni adeguate, magari grazie all'aiuto di un architetto. Inoltre, modelli tridimensionali degli edifici consentono di simulare tutte le combinazioni possibili di colori, essenze legnose, pavimenti, rivestimenti desiderati per la casa da costruire.

Ditta costruttice di case in lengo

(Interno di una ditta costruttrice di case prefabbricate in legno)

Tolto qualche sassolino nella scarpa, la maggior parte delle difficoltà saranno confinate in questa fase e quelle successive, ovvero il montaggio e il rilascio della certificazione, non comportano particolare impegno per il cliente: la prima, infatti, è totalmente a carico della ditta costruttrice e dei tecnici specializzati, la seconda, viene rilasciata dagli stessi a fine lavori, garantendo gli standard qualitativi tipici di una casa prefabbricata in legno.

LA CAMPIONATURA PRIMA DEL MONTAGGIO

In qualsiasi stadio le case prefabbricate siano indirizzate, la campionatura, come abbiamo visto, rimane un passaggio indispensabile per determinare ogni aspetto della costruzione, senza tralasciare nemmeno un punto e per non avere in seguito troppi ripensamenti ai quali non poter sopperire.

Questo è uno dei fattori che differenzia le case prefabbricate da quelle costruite tradizionalmente, poiché per quest'ultime le scelte di varie componenti possono avvenire nel tempo e non costituiscono un vincolo da mantenere per sempre.

Solitamente, anche per le case prefabbricate, le finiture sono rimandate all'ultimo istante e questo può costituire un limite se la campionatura non è stata fatta scrupolosamente, anche per i complementi d'arredo, anche grazie all'aiuto dei moderni mezzi informatici. Va da sè che non tutto può essere deciso in anticipo e che piccole modifiche vengono concesse al cliente, pur ricordando che lo stravolgimento dei piani non è adatto alla realizzazione delle case prefabbricate in legno.

Capionatura di una casa in legno

(Campionatura e sezione orizzontale di una casa prefabbricata in legno)

Per iniziare una campionatura di un edificio solitamente è necessario che le idee del cliente siano ben chiare, sarà compito della stessa ditta sistemarle o modificarle in caso di eccedenze o mancanze strutturali indispensabili. Tutto questo deriva dal fatto che, sebbene le ditte adottino diverse procedure, solitamente esse dedicano un tempo limitato per la campionatura che si racchiude in un periodo che va da un paio di giorni ad una settimana.

Il tecnico della ditta affiancherà il cliente e lo guiderà per discutere di ogni aspetto, considerando ogni dettaglio e fissandolo definitivamente.

QUALI SONO GLI ASPETTI INDISPENSABILI DA CONSIDERARE PER LA CAMPIONATURA DI UN EDIFICIO?

Ogni ditta, come già detto, guiderà il cliente nella campionatura dell'edificio, adottando diverse procedure, ma sostanzialmente gli step da considerare saranno i seguenti:

  • la composizione del pacchetto di isolamento della parete;
  • il tipo di intonaco da impiegare per le pareti esterne, ovvero quello che presenta una granulometria fine o grossa;
  • il colore della tinteggiatura delle pareti esterne che non costituisce un fattore da sottovalutare per motivi riguardanti la capacità di ogni tinta di rispondere ai raggi del sole;
  • il materiale dei serramenti esterni che sia esso il legno (e di conseguenza la scelta dell'essenza legnosa), o il pvc, oppure una struttura mista con legno e alluminio, nonché la tipologia di vetro che servirà a migliorare l'isolamento termico o la sicurezza;
  • il colore interno ed esterno dei serramenti;
  • le maniglie e il verso delle aperture dei serramenti;
  • l'installazione delle zanzariere antinsetti;
  • l'installazione degli elementi frangisole come avvolgibili, scuri o veneziane che possono presentarsi nella versione elettrica o manuale, con cassonetto interno od esterno;
  • la qualità e il colore dell'intonaco interno;
  • la pavimentazione;
  • punti di luce ed interruttori;
  • il sistema di chiusura del portoncino d'ingresso principale.

In realtà, questo è solo un elenco esiguo di quelli che potrebbero essere i fattori determinanti la campionatura di un edificio che deve essere fatta con precisione ma anche con la giusta leggerezza, evitando di trasformare un momento piacevole in un inevitabile stress.

Le ditte costruttrici di case in legno prefabbricate affiancano il cliente nelle decisioni, in modo tale che gli edifici riescano ad avere una campionatura in grado di renderli pressoché definiti in ogni singolo dettaglio, pronti per il futuro montaggio. Tutti i livelli di finitura che rientrano nel livello di chiavi in mano verranno inseriti e completati in una fase successiva.

LO STEP SUCCESSIVO: LA VISITA ALLA FABBRICA E LA CERTIFICAZIONE

Solitamente, alla campionatura segue una visita da parte del cliente, alla fabbrica di costruzione e questa, sceglierà se prima o dopo, consegnerà un attestato di certificazione dell'edificio allo stesso.

Il cliente, infatti, non è tenuto a svolgere, per conto proprio, un test qualificativo sull'edificio, ma consiglio di effettuare almeno un paio di visite a cantieri, ma basterà recarsi periodicamente presso la ditta con il supporto del proprio tecnico di fiducia, per visionare direttamente le metodologie costruttive adottate dalla ditta selezionata per la costruzione della casa in legno.

In genere, molte aziende costruttrici di case in legno forniscono al cliente una certificazione con valenza europea e garantiscono l'edificio per dieci anni, ma il periodo può essere prolungato fino a trent'anni.

Stemma certificazione ETA

(Stemma certificazione ETA)

Qualsiasi elemento deve essere sottoposto ad un controllo severo e minuzioso, sia per garantire la staticità dell'edificio, sia per valutare la stessa qualità termica: entrambi, per essere davvero attendibili, dovrebbero essere ricavati da valutazioni eseguite da soggetti terzi autorevoli.

Tra le certificazione più diffuse per gli edifici delle ditte di costruzioni prefabbricate in legno rientra la ETA, acronimo di European Technical Approval (che tradotto sarebbe Benestare Tecnici Europei). Questa consiste in una certificazione europea che identifica e qualifica i materiali ed in prodotti impiegati per la realizzazione della struttura edilizia e contiene tutte le fasi del processo produttivo della stessa.

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello

Articolo letto 1.276 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli