Tutto ciò che non vi dicono sulle case prefabbricate in legno: consigli, curiosità, strategie di acquisto e scelta

Tutto ciò che c'è da sapere, e non vi dicono, sulle case prefabbricate in legno, curiosità, pregi e difetti, come costruirle, manutenzione, installazione, strategie per aumentare il risparmio energetico, i mutui e investimenti finanziari più convenienti e tanto altro ancora.


Sono tante le notizie che ci provengono dal web, dai giornali, dalle aziende produttrici e dagli amici che l'hanno acquistata o da chi giornalmente si informa per ricercare la migliore offerta sul mercato: la casa prefabbricata in legno è circondata da numerosi dubbi, criticità, informazioni giuste e sbagliate, la soluzione per la tale situazioni è conoscere tutto sulla stessa, i pregi, ma anche i difetti, i vantaggi, ma anche gli svantaggi, in modo da ottenere un'immagine chiara, dettagliata e soprattutto completa.

Una casa prefabbricata in legno può davvero costare meno di una casa in cemento e muratura, ma non sempre (anzi solitamente costa di più e il risparmio economico lo si ottiene negli anni): sul mercato esistono delle case prefabbricate che presentano un costo similare ad un'abitazione tradizionale e per ottenere un prezzo complessivo interessante è, dunque, necessario richiedere e valutare il preventivo dell'azienda costruttrice. E' importante valutare, inoltre, senza farsi prendere troppo dalla smania del risparmio iniziale, che il vero risparmio si vede sul lungo periodo, in base alle tecniche utilizzate e al raggiungimento della riduzione dei consumi energetici grazie all'ottimizzazione dello sfruttamento delle risorse rinnovabili.

In seguito, dopo aver individuato queste informazioni e garanzia presenti nell'abitazione che state per acquistare, potrebbe capitare che il prezzo chiavi in mano sia troppo alto rispetto ai vostri progetti di scelta di un edificio di questo genere, ma dovete preoccuparvi: esistono delle soluzioni finanziarie proprie per la realizzazione di una casa prefabbricata in legno che vi permetteranno di risparmiare sul vostro investimento.

Esempio di prefabbricato con giardino

            (Esempio di realizzazione di una casa prefabbricata con giardino esterno: medie dimensioni)

Sapevate anche che….?

Per la realizzazione di una casa prefabbricata è possibile richiede un mutuo per una casa tradizionale in cemento o muratura, per il quale la banca prima di concederlo valuta il valore cauzionale dell'immobile abitativo da costruire: nella casa prefabbricata l'immobile non c'è, ma è possibile ottenere un finanziamento dimostrando che il terreno in cui andrà costruita la casa prefabbricata è edificabile e si possiede il permesso a costruire.

Questa tipologia di finanziamento permette di disporre della quota necessaria all'inizio della prima fase del lavoro di costruzione, anche se è importante sapere che questa concessione di investimento prevede un tasso di interesse più elevato di quelli tradizionali.

Un'altra possibilità è la richiesta del mutuo fondiario che può coprire fino all'80% del valore complessivo dell'immobile: erogato con modalità personalizzate in base allo stato di avanzamento dei lavori, è possibile assolvere il pagamento degli interessi solo sulla somma percepita.

IMPORTANTE: in questo caso si richiede un'ipoteca sull'immobile.

Il preventivo

Il preventivo della vostra casa prefabbricata deve comprendere delle voci dettagliate e chiare che vi permettono di individuare, senza sorprese, il prezzo finito del prefabbricato, in base alla modalità che si sceglie di costruire:

CASA PREFABBRICATA DA RIFINIRE, ovvero senza rivestimenti interni, per cui è importante valutare il prezzo di:

  • interventi di montaggio (può comprendere anche il vitto e alloggio del personale);
  • interventi di trasporto;
  • costruzione delle parete, del tetto, del solaio e della copertura del tetto;
  • la fornitura del materiali di costruzione;
  • preparazione della documentazione necessaria per la realizzazione della casa prefabbricata;
  • smaltimento dei materiali che non vengono utilizzati;
  • interventi di lattoneria, come la costruzione di pluviali;
  • installazione di caldaia, rilevatore sonoro di fumo e gas;
  • interventi di realizzazione di tetto ventilato.

CASA PREFABBRICATA CHIAVI IN MANO: se, invece, si sceglie di realizzare una casa prefabbricata chiavi in mano, nel preventivo è necessario che siano presenti le voci dei prezzi di:

  • infissi come persiane e tapparelle, ma anche le porte di ingresso, finestre e porte finestre;
  • installazione, costruzione e messa in opera di impianti elettrici, idrici, di climatizzazione;
  • installazione del citofono;
  • sanitari e rubinetterie.

Quali altre tasse controllare sul preventivo

Nel preventivo di una casa prefabbricata chiavi in mano, ricordate che è importante verificare se sono presenti altre voci in in cui sono compaiano le quote di pagamento di:

  • oneri di urbanizzazione del terreno per potersi allacciare alla rete idrica, elettrica, fognaria comunale;
  • tassa di permesso a costruire e l'IVA;
  • quota di pagamento per la realizzazione del piano di sicurezza del cantiere da presentare anche all'ASL di competenza.

Cos'altro c'è da sapere sul prezzo della casa prefabbricata in legno

Il prezzo finale della vostra casa prefabbricata in legno è dato, come descritto precedentemente, da tutte le voci enunciate nel preventivo in base alla scelta della tipologia di abitazione, metratura e consegna, per cui il prezzo concordato all'inizio dei lavori potrebbe essere maggiore, valutando anche la classificazione e certificazione della vostra casa per aumentare e favorire il risparmio energetico.

Se la vostra casa prefabbricata presenta il marchio "Casa Clima A" può vantare requisiti di ecocompatibilità, riduzione dell'impatto ambientale e del fabbisogno termico, permettendovi di risparmiare sensibilmente sull'accensione dei sistemi di riscaldamento e condizionamento in tutte le stagioni dell'anno.

Questa tipologia di casa costruita con marchio "Casa Clima A" è, infatti, costruita con tecnologie innovative e impianti a risparmio energetico alimentati a biomasse, come il pellet, o da sistemi da fonti rinnovabili, come il fotovoltaico e il solare termico, oltre ai sistemi idrici con recupero dell'acqua piovana per completare l'ottica ecosostenibile di tutta l'abitazione, aumentando il risparmio sulla bolletta e risparmiando fino al 50% sulle bollette.

Il risparmio energetico nella casa prefabbricata in legno: come aumentarlo?

La casa prefabbricata in legno è costruita in base a determinati criteri ecologici per favorire ed aumentare il risparmio energetico, ma per ottenere un tale obiettivo è necessario l'utilizzo di materiali di costruzione e di rivestimento, un sistema di impianti che mirano alla riduzione dei consumi energetici e l'installazione di elettrodomestici e arredi con basso consumo energetico: inutile costruire una casa prefabbricata in legno, se non si sceglie uno stile di vita che mira alla riduzione dei consumi elettrici, se la abitazione non si avvale di impianti da fonti rinnovabili o non possiede il giusto isolamento termico.

Cosa è importante, dunque, sapere sui consumi? Una casa prefabbricata in legno, ecologica, deve necessariamente utilizzare e sfruttare:

  • materiali di costruzione, di sostegno e di rivestimento di elevata qualità; sistemi isolanti termo-acustici; impianti elettrici, domotici, idraulici, di climatizzazione, dotati di rilevatori sonori di fumo e di gas;
  • elettrodomestici a risparmio energetico dotati di opzioni funzionali con cicli brevi, lavaggi rapidi e con basse temperature e a risparmio energetico, dalla classe A, fino alla A++;
  • piani di cottura a induzione, capaci di scaldare solo la pentola e solo per il tempo necessario alla cottura.

Prototipo di casa prefabbricata autosufficiente

(Esempio di realizzazione di una casa prefabbricata completamente autosufficiente grazie all'installazione di impianti che sfruttano le fonti rinnovabili, orientamento specifico per sfruttare l'irraggiamento solare e impiantistica con sistemi intelligenti)

Le tecniche costruttive della casa prefabbricata in legno

Nella realizzazione di una casa prefabbricata in legno vengono utilizzate delle tecniche costruttive particolari atte ad aumentare il consumo energetico:

  • creazione di pareti portanti e solai in cemento armato, con proprietà antisismiche e omologati dal Ministero dei Lavori Pubblici;
  • creazione di una struttura con telaio portante in legno, tamponata da pannelli coibentati o rifiniti a intonaco o con pannelli in legno lamellare preassemblati e coibentati.

La realizzazione di queste strutture garantisce elevate prestazioni antisismiche e ignifughe, incrementando l'isolamento termo-acustico; i materiali esterni vengono scelti in base all'integrazione con l'ambiente esterno, scegliendo tra la pietra e il legno, ma è anche possibile scegliere tra il marmo e il granito per essere in linea coi principi della bioarchitettura.

E' meglio il grezzo o chiavi in mano?

E' possibile scegliere fra casa prefabbricata al grezzo o casa prefabbricata chiavi in mano e abbiamo già visto quali voci devono essere presenti nel preventivo:  ma cosa significa esattamente? Perché il prezzo è così differente?

  • Una casa prefabbricata al grezzo non è dotata di rifiniture interne ed esterne, ma comprende solo finestre, porte, il pavimento in legno, sanitari;
  • una casa chiavi in mano è immediatamente abitabile e comprende rifiniture e impianti;

per questo è sempre consigliabile farsi fare entrambi i preventivi e verificare quale soluzione è maggiormente conveniente per le vostre esigenze, per esempio se si desidera far fare i lavori a più ditte, magari con prezzi inferiori o aziende che già conoscete.
 

IMPORTANTE: è chiaro che se tutti i lavori della vostra casa prefabbricata verranno eseguiti da un'unica azienda si hanno maggiori garanzie sulla realizzazione e sul montaggio.

Come aumentare l'isolamento termo-acustico: pannelli in masonite o cartongesso

Per aumentare l'isolamento termo-acustico della vostra casa prefabbricate è bene valutare le soluzioni di abitazioni che realizzano una struttura portante rivestita con pannelli in masonite o in cartongesso: la prima è composta di legno ad elevata resistenza e densità, trattata con un sistema protettivo idrorepellente atto a potenziare le proprietà isolanti.

E' anche possibile, invece, isolare le pareti della vostra casa prefabbricate scegliendo dei materiali a feltri o a pannelli come:

  • la lana di vetro per i soffitti e pareti divisorie;
  • la lana di roccia;
  • la lana minerale e in alternativa il lino, ideale per assorbire l'umidità dell'aria, ridurre la produzione di muffe sui muri.

Per incrementare l'isolamento termico possono, inoltre, essere scelti gli interventi di:

  • rivestimento a cappotto esterno, realizzato con pannelli isolanti in polistirolo espanso, in sughero, in polistirene espanso o estruso; installazione di finestre e lucernari con vetri termoisolanti.

Cosa c'è da sapere sugli impianti elettrici domotici

E' necessario informare preventivamente l'azienda costruttrice degli impianti elettrici domotici che si desidera installare nella propria casa prefabbricata, in quanto la struttura è predisposta in fabbrica insieme alle pareti e ai pannelli isolanti.

Un consiglio: installare un impianto idraulico per il riciclo dell'acqua piovana

Un consiglio particolarmente ecosostenibile è quello di scegliere di installare nella vostra casa prefabbricata un impianto per il riciclo dell'acqua piovana per riutilizzarla nelle pulizie di casa, per innaffiare le piante, per lavare l'auto, etc.

Come arredare la casa prefabbricata

Sembrerà banale, ma anche gli arredi della vostra casa prefabbricata devono essere ecologici e naturali, come il legno, verniciato con prodotti atossici e a base di acqua: le soluzioni ideali sono i pannelli a basse emissioni di formaldeide.

Arredamento in legno di una casa prefabbricata

(Esempio di arredamento realizzato completamente con materiale naturale come il legno in una casa prefabbricata)

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Articolo letto 18.891 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli