Danimarca-Villa Asserbo è un concept di casa prefabbricata in legno multistrato stampato e montabile

Villa Asserbo è stata realizzata nei pressi di Copenaghen nell'ambito del progetto " Print a House " dallo studio architettonico danese Eentileen,un modello evolutivo di casa prefabbricata firmato dagli architetti Frederik Agdrup e Nicholas Bjorndal, un connubio perfetto tra innovazione, design e sostenibilità all'ambiente.


" Villa Asserbo è la prima casa prefabbricata eco-green realizzata con pannelli di legno e una stampante "

Villa Asserbo - Vista frontale

( Villa Asserbo vista dalla parte anteriore - Tratta dal sito dello studio di progettazione danese Eentileen )

Il progetto " Stampare una casa " è stato sviluppato dallo studio di architettura danese Eentileen in collaborazione con lo studio inglese di progettazione architettonica digitale Facit - Homes , il concetto base è la sostenibilità ambientale applicata alla Bioarchitettura,  la cooperazione di questi professionisti del settore ha determinato la realizzazione di   " Villa Asserbo ", il prototipo di un' eco-casa prefabbricata costruita interamente rispettando le logiche dell'habitat per cui è stata progettata, utilizzando materiali ecologici e sfruttando fonti energetiche naturali e rinnovabili.

Potete visitare il sito dello studio Facit - Homes al seguente link: www.facit-homes.com

Villa Asserbo è stata costruita nella piccola cittadina di Asserbo, da cui appunto prende il suo nome, in una zona boschiva situata a circa 60 km a nord dalla metropoli Copenaghen, un luogo circondato da una natura incontaminata, dove i padroni del territorio sono gli alberi e tutto l'ecosistema della foresta. Un modello esemplare di architettura biologica, progettato con l'obiettivo di ridurre le emissioni di Co2 nell'atmosfera e di azzerare l'impatto ambientale relativo al ciclo di vita della casa, dalla sua costruzione alla sua eventuale demolizione, considerando che i materiali utilizzati sono totalmente ecosostenibili e riciclabili.

" Basso impatto ambientale e elevate prestazioni energetiche

Un progetto avvenieristico diventato realtà grazie alla tecnologia digitale "

Gli architetti Frederik Agdrup e Nicholas Bjorndal hanno seguito la creazione di quest'opera in tutti i suoi momenti, dalla progettazione alla scelta accurata dei materiali, fino alla partecipazione attiva durante la fase costruttiva. Gli elementi cardine per la messa in opera di quest'abitazione sono il disegno tridimensionale del progetto, il legno, un computer e una stampante, sono state necessarie circa quattro settimane per completare i lavori, nessun mezzo pesante e nessuna macchina per impastare il cemento.

La procedura sfrutta una tecnologia avanzata, ma allo stesso tempo semplice ed essenziale, i dati relativi alle forme e alle dimensioni dei moduli vengono inviati da un pc alla stampante, che nel nostro caso è una particolare macchina fresatrice computerizzata a controllo numerico, essa ricevuti i comandi avvia il processo di taglio e stampaggio degli elementi, costituiti da fogli di legno multistrato di abete che vengono tagliati e stampati direttamente in cantiere, la fase di assemblamento dei moduli che hanno la caratteristica di essere molto leggeri, può essere eseguita da poche persone e in tempi rapidi; il risultato è quello di ottenere una struttura prefabbricata predisposta per le finiture relative agli impianti elettrici, idrici, fognari e di climatizzazione, per l'installazione delle porte e delle finestre e per il posizionamento degli arredi: a questo punto l'opera realizzata è un'eco-casa pronta per essere abitata.

Villa Asserbo - Vista dall'esterno

( Villa Asserbo - Immagine dell'esterno tratta dal sito dello studio architettonico Eentileen )

Caratteristiche tecniche, strutturali ed ecologiche del Progetto Villa Asserbo:

  • Il legno utilizzato è certificato PEFC e proveniente dalle vicine foreste della Finlandia, dove per ogni albero abbattuto ne vengono piantati dieci, inoltre ha elevate prestazioni per l'utilizzo costruttivo e eccellenti qualità di traspirabilità;
  • Totalmente annullato l'uso di mattoni e cemento;
  • Importante riduzione delle emissioni di diossido di carbonio nell'atmosfera;
  • Abbattimento degli sprechi di materia prima, infatti la macchina fresatrice impiegata per la stampa e il taglio dei pannelli di legno, ha notevoli caratteristiche di qualità e precisione,per l'esattezza il margine di scarto è di 0.2 mm, che consentono di limitare al massimo il consumo inutile di materiale;
  • L'uso dell'acciaio e di altri metalli è ridotto ai minimi termini possibili;
  • L'installazione di pannelli fotovoltaici e di un avanzato impianto solare termico assicurano il massimo dell'efficienza energetica alla struttura;
  • 820 fogli di legno di 18 millimetri di spessore hanno prodotto 420 moduli che assemblati in modo semplice e veloce sul posto, hanno composto uno spazio abitativo di circa 125 Mq di aree abitabili ampie e luminose;
  • Design che si integra perfettamente con l'ambiente circostante non solo dal punto di vista estetico, ma anche da quello della sostenibilità all'ambiente, infatti tutti i materiali utilizzati sono totalmente ecologici e riciclabili;
  • Il lotto di costruzione non è stato movimentato per le fondamenta, infatti la struttura si appoggia su 28 paletti installati ad una profondità compresa tra i 12 e i 20 metri nel terreno, un dato importante nella previsione di un futuro smantellamento della casa, poichè in quel caso l'operazione si potrà eseguire senza far subire danni al sottosuolo;
  • Il materiale usato per la coibentazione è in fibra di legno granulato, ecologico, biocompatibile e riciclabile al 100%, esso utilizzato per riempire i pannelli intensifica l'efficienza dell'involucro;
  • La totale biocompatibilità e riciclabilità di tutti i materiali impiegati, consentono di garantire che tutto il ciclo di vita della struttura non danneggi l'ambiente;
  • Le porte e le finestre sono state realizzate con un sistema tecnologico e all'avanguardia che consente una ventilazione costante per 2 volte ogni ora degli ambienti tramite una valvola specifica che permette di sfruttare l'aria pulita per il riscaldamento e di ridurre notevolmente la dispersione del calore, infatti tutta la superficie di 125 Mq è riscaldata da una stufa a legna recuperata dalla vecchia abitazione che si trovava in quel luogo prima della ricostruzione; durante il periodo estivo il sistema di aerazione è in grado di mantenere una temperatura fresca negli ambienti interni.
  • La struttura si compone di due unità speculari l'una all'altra posizionate in modo tale che la zona nord della casa si mantenga più fresca, mentre la zona sud, grazie ad un'esposizione alla luce solare adeguata e studiata, si riscaldi più facilmente.

Salotto Villa Asserbo

( Ambientazione del salotto di Villa Asserbo - Immagine tratta dal sito dello studio di architettura Eentileen )

La stampante e fresatrice utilizzata per generare i componenti della struttura è una macchina CNC ( Computer Numerical Control ), essa permette il controllo tramite una piattaforma digitale gestita da un computer remoto, è in grado di realizzare lavorazioni di altissima precisione fino a un decimillesimo di millimetro grazie alla presenza di righe ottiche, il lavoro viene svolto dalla macchina in modo rapido e automatizzato, inoltre con costi notevolmente bassi di produzione, basta un modello 3D inserito in una specifica interfaccia e un collegamento a circuito chiuso con il dispositivo, che quando riceve l'input dei dati dal computer, automaticamente gestisce l'output degli elementi richiesti.

Frederick Agdrup, uno dei due progettisti della casa ha commentato: " Nessuno dei componenti utilizzati per la costruzione è così pesante da non poter essere sollevato da due persone ".

Il legno utilizzato per la costruzione è firmato WISA ed è un prodotto in multistrato di abete certificato PEFC ,un marchio di qualità ecologica che viene apposto sul prodotto e consente all'acquirente di individuare la filiera foresta-legno e di accertare l'eco-sostenibilità del ciclo produttivo della specie legnosa, e per gli ideatori del progetto questo era un requisito fondamentale durante la fase di ricerca del legname. 

" Una macchina stampante e fresatrice, un legno certificato proveniente da foreste gestite in maniera responsabile, due architetti attenti all'ecologia e alle nuove tecniche di costruzione, un bosco vicino a Copenaghen, sono questi gli elementi principali che hanno dato vita al progetto realizzato di Villa Asserbo "

Villa Asserbo - Zona living

( Ambiente living di Villa Asserbo - Immagine tratta dal sito dello studio Eentileen )

Trovate tutte le informazioni sullo studio di progettazione architettonica Eentileen collegandovi al seguente link:  www.eentileen.dk

Lo studio danese Eentileen è specializzato nella progettazione architettonica orientata all'utilizzo di tecniche e strumenti all'avanguardia, gli architetti che hanno sviluppato il progetto di Villa Asserbo l'hanno definita un esemplare di eco-casa del futuro , un esempio di efficienza costruttiva, alte prestazioni energetiche e minimo impatto ambientale.

Due designer di ultima generazione, ecologicamente consapevoli e orientati al miglioramento e all'evoluzione dell'edilizia in legno, si sono fatti protagonisti della realizzazione di questo prototipo, una casa letteralmente stampata e assemblata in cantiere , Bioarchitettura e contemporaneità si sono fusi in quest'opera.

I tetti inclinati a falda tradizionale rievocano la tipicità e l'autenticità delle costruzioni nordiche e gli ambienti che suddividono l'intera superficie abitabile sono moderni, confortevoli, funzionali ed essenziali, l'intera parte dedicata al design è stata progettata appositamente per adattarsi al delicato ecosistema della foresta, una cura particolare è stata destinata anche agli spazi esterni, gli ambienti si affacciano sull'incantevole paesaggio boschivo mediante l'installazione di ampie porte-finestre a vetri, che illuminano la casa sfruttando al massimo la luce naturale.

Villa Asserbo - Ambiente cucina

( Immagine dell'ambiente cucina di Villa Asserbo - Tratta dal sito di progettazione architettonica Eentileen )
Nicholas Bjorndal , uno dei due architetti progettisti di Villa Asserbo ha spiegato: " Costruiamo edifici intelligenti semplici utilizzando la natura come fonte di ispirazione, usiamo tecniche essenziali e accertate in combinazione con materiali ecologici e naturali. Niente plastica, niente cemento, niente lane minerali e nessun altro prodotto che non si possa riciclare naturalmente nel sul ciclo di vita. Usiamo le risorse del nostro Pianeta. Non ci sono sprechi, solo i cicli naturali."
Un concept di casa prefabbricata stravagante, innovativo, quasi surreale, se pensiamo che i moduli utilizzati per edificare la struttura sono usciti direttamente da una stampante, ovviamente un modello evoluto di stampante e macchina da taglio multifunzione, è proprio questo l'aspetto curioso e originale di questa realizzazione, questo approccio futuristico si sposa alla perfezione con i criteri di ecosostenibilità sfruttati per tutto il processo costruttivo, infatti grazie agli eco-materiali impiegati, alle moderne tecniche ecologiche di edificazione, alla semplificazione estrema della fase di montaggio e all'elaborazione completa di tutto il ciclo di vita della casa, quest'opera si può considerare tra quelle con un'impronta di carbonio più bassa in tutto il panorama del mercato globale. 

Guardate il video che segue girato durante la costruzione di Villa Asserbo

Una tecnica costruttiva versatile che potrebbe trovare una più ampia applicazione nell'ambito della Bioedilizia destinata a progetti di recupero urbanistico, a piani di installazione di strutture abitative temporanee in seguito a catastrofi naturali, a costruzioni che devono sorgere in lotti di terreno dove è complicato gestire l'arrivo e la movimentazione di mezzi pesanti, agli ecovillaggi del futuro che saranno edificati in ambienti naturali da proteggere e salvaguardare.

Anders Thomsen del Technological Institute della Danimarca, riferendosi a Villa Asserbo ha affermato: " Questa casa non è solo danese, ma è globale; dal momento in cui si hanno tutte le informazioni, il design, l'interfaccia del software e la macchina per il taglio e la stampa, si può semplicemente spedire il file in Norvegia o in Cina o in qualsiasi altro luogo e " stampare " la casa direttamente nel Paese scelto ".

Maria Abbate

pubblicato il 17 Settembre 2013

Articolo letto 1.287 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli