Cos'è il verde verticale? Rinverdire la propria abitazione per ridurre i consumi energetici

Come ridurre i consumi energetici con un metodo infallibile e completamente ecosostenibile? Avete mai pensato di utilizzare le innovative tecniche del verde verticale per rinverdire completamente la vostra abitazione con costi davvero accessibili? Vediamole insieme nel dettaglio.


Acquisire nuove tecniche per realizzare il "verde verticale" è come coltivare sulla nostra abitazione o meglio "coltivare la nostra casa stessa" garantendoci la riduzione del consumo energetico in una maniera completamente ecosostenibile. Si tratta di una varietà di tecniche e modalità per riqualificare e rinverdire gli involucri verticali abitativi e le tipologie di edifici dismessi, ottenendo la riqualificazione di interi quartieri non più sottoposti a ristrutturazione o a semplici interventi di manutenzione ordinaria.

Le tecniche di verde verticale possono essere applicate su edifici di qualsiasi dimensione o costruiti su piccoli territori: la vegetazione verticale installata, infatti, permette un ottimale intervento di riqualificazione edilizia e di rigenerazione urbana, contribuendo a dare un nuovo aspetto non solo all'involucro superficiale dell'edificio ma all'intero quartiere circostante.

Le tecniche e le modalità per la realizzazione del verde verticale sono numerose e sono applicate in maniera differente in base alla tipologia dell'edificio, allo spazio a disposizione, all'ambiente in cui è collocata l'abitazione in modo da trovare la perfetta integrazione con l'ambiente circostante: il verde non deve essere immediatamente visibile, ma la sua struttura deve uniformarsi alla classificazione di impatto visivo nullo. Al momento le tecniche di verde verticale si dividono in:

  • Green facade;
  • Living walls;
  • Muro vegetale.

(Esempio di realizzazione di verde verticale con edera sulla facciata di un edificio antico: la villa Trissino Marzotto daecogreentips.org)

La Green facade e il video informativo: cos'è?

LA TECNICA DEL GREEN FACADE: trae il suo nome dalla possibilità di rinverdire un edificio con la realizzazione di una parete verde, utilizzando svariate tipologie di piante arboree rampicanti che ne permettono l'attacco alla parete; la Green facade è, infatti, realizzata con l'installazione di un graticcio anteposto alla facciata da costruire con le tecniche del verde verticale, fungendo da sostegno stesso per la pianta rampicante.

Il video seguente risponde in poche minuti alle domande più frequenti sulla tecnica della realizzazione delle pareti verdi verticali, mettendo in evidenza le potenzialità, le caratteristiche di realizzazione, i sistemi commercializzati dalle aziende sia nella versione modulare sia attraverso i supporti con microventilazione che permette di ridurre l'umidità degli edifici:

Il Living walls e il video informativo: la tecnica del LIVING WALLS

LA TECNICA DEL LIVING WALLS: prevede la creazione di moduli prevegetati con materiale inorganico, che successivamente sono installati e collocati nella facciata dell'edificio da rinverdire; i moduli prevegetati sono alimentati con processi di fertirrigazione rendendo l'intera struttura molto naturale, anche se dall'aspetto irregolare, rispetto alla tecnica della Green facade.

Il video seguente mostra in pochi minuti la realizzazione del verde verticale con la tecnica del Living walls: il video fa parte del progetto vincitore ex equo del Master di Architettura Digitale "LO SPAZIO IN-FORME" XI edizione di Simona Curti - Imola Mazzocco:

Il muro vegetale: cos'è?

LA TECNICA DEL MURO VEGETALE: prevede l'installazione di piccoli vasi su un graticcio poggiato sulla facciata dell'edificio o la creazione di piccole tasche tra due strati di feltro; la coltivazione o l'installazione delle piante avviene in maniera del tutto manuale, conferendo all'intera vegetazione e struttura di verde un aspetto completamente naturale.

Questa tipologia di verde verticale consente di scegliere la vegetazione e le piante arboree che più ci piacciono o quelle che sono disponibili nel nostro territorio in modo da facilitare la coltivazione e la cura.

(Esempio di sistema di appoggio, i moduli o griglie, per la realizzazione del sistema di verde verticale con piante arboree rampicanti o fiori: la struttura si sposa completamente con l'ambiente circostante e permette di ottenere un valido sostegno sia per la crescita della vegetazione sia per la piantumazione)

Il video informativo: il muro vegetale

Il video seguente mostra nei dettagli la realizzazione del "muro verticale" costituito dall'installazione di differenti piante arboree verticali e fiori come orchidee inseriti in delle tasche che permettono di ottenere un elevato livello estetico dell'edificio: la tecnica del verde verticale, in questo caso, è la soluzione ideale non solo per migliorare le prestazioni della struttura abitativa, ma anche per dare un sensibile contributo all'ambiente nella purificazione dell'aria e nella cattura delle polveri sottili.

I vantaggi del verde verticale: bellezza estetica e isolamento termico

I vantaggi della realizzazione del verde verticale negli edifici dismessi sono di molto similare a quelli della costruzione di un tetto verde nella copertura della casa aumentando il confort abitativo sia nel periodo estivo che in quello invernale; allo stesso modo, infatti, la realizzazione del verde verticale nella facciata degli edifici permette di garantisi la frescura nel periodo estivo, limitando l'esposizione dell'abitazione alle radiazioni solari, e godere del piacevole tepore durante il periodo estivo, grazie all'isolamento termico che la stessa vegetazione riesce a generare.

Inutile dire che questo sistema di verde non solo permette di regalare un nuovo aspetto agli edifici, ma garantisce la riduzione dei consumi energetici nell'abitazione, ovviando l'accensione dei sistemi di riscaldamento o climatizzazione elettrici: una nuova era nell'installazione del verde e di impianti che permettano di sfruttare l'ambiente in maniera del tutto ecosostenibile. Inoltre, la realizzazione del verde verticale su un'abitazione privata permette di:

  • migliorare l'isolamento termico dell'edificio evitando l'irraggiamento solare diretto sulla facciata;
  • catturare le polveri sottili tipiche dell'ambiente urbano;
  • purificare l'aria grazie all'azione delle piante arboree;
  • aumentare l'impatto estetico dell'intero quartiere, permettendone un'ottimale integrazione.

Parete realizzata con la tecnica del verde verticale a Rozzano (MI)

(Esempio di realizzazione di giardino verde verticale entrato nei guinness dei primati: si trova a Rozzano (MI) e con 40.000 piantine e oltre 200 essenze distribuite su una superficie di 1.262 mq, la parete verde fa parte del centro commerciale Fiordaliso, progettata dall'architetto Francesco Bollani)

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Articolo letto 3.230 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli