Rotor House - La casa prefabbricata salvaspazio firmata Luigi Colani

Un concept originale quello che il designer Luigi Colani ha scelto per la progettazione di questa casa prefabbricata contemporanea, che coniuga perfettamente il comfort, le tecnologie avanzate, il risparmio energetico e l'ottimizzazione estrema degli spazi abitativi.


" Rotor House : un'evoluzione stravagante e futuristica del concetto di casa prefabbricata " 

" Le nuove forme dell'abitare "

Rotor House - Vista dall'ingresso

( Rotor House - La casa prefabbricata disegnata da Luigi Colani - Vista dall'ingresso )

Luigi Colani è un designer di origini tedesche, nato a Berlino il 2 Agosto del 1928, si è distinto nel 1900 per la sua creatività caratterizzata da estro, genio ed originalità; ha frequentato corsi di scultura e pittura presso l' Accademia delle belle Arti di Berlino e successivamente ha intrapreso gli studi di ingegneria aerodinamica all'Università della Sorbona di Parigi.

Per lavoro ha viaggiato molto, California, Francia, Italia, Svizzera, Cina e Giappone, occupandosi di costruzioni aeronautiche, di oggetti di design per la casa di vario genere, spaziando dagli elettrodomestici, ai personal computer, all'arredamento, ma la sua carriera si è concentrata maggiormente sulla progettazione automobilistica, eseguendo lavori per Formula 1, BMW e Alfa Romeo.

Luigi Colani si definisce uno scienziato della forma, la sua espressione creativa ha un linguaggio di forme rotonde che richiamano alla vista creazioni dinamiche che sembrano quasi prendere vita, le linee tonde e morbide e i criteri geometrici del suo design si ispirano principalmente a immagini e figure presenti in natura, e hanno plasmato un trend stilistico denominato Bio-design.

" Rotor House " è  una struttura salva-spazio ideata per esigenze abitative sostanzialmente individuali, una superficie di 36 Mq composti da un ambiente unico che costituisce la zona living e include anche l'ingresso e un servizio wc e dal segmento innovativo e ultratecnologico della casa, un cilindro di 6 Mq che girando su se stesso svela i tre ambienti che completano la dimora: il bagno, la cucina e la camera da letto. Le unità incorporate nel " cilindro " sono controllate da un sistema a gestione remota che permette di aprire il settore desiderato tramite un apposito pannello di controllo con un solo clic.

 

Un concept abitativo sviluppato intorno alle esigenze dell'essere umano, un progetto avvenieristico e ultratecnologico, massima modernità  e comfort racchiusi in uno spazio ridotto ai minimi termini, per garantire la funzionalità degli ambienti razionalizzando all'ennesima potenza dimensioni e volumi. Sotto il profilo architettonico e di design, si può assolutamente definire un capolavoro, c'è chi parla di " casa del futuro ", ma una considerazione importante è quella che l'unità abitativa in questione è stata progettata per soddisfare le esigenze di una persona, al massimo di due che riescono a convivere bene in spazi vitali alquanto privi di privacy; infatti il progettista Colani è l'artista di un'invenzione che deve essere compresa nella sua concezione più intrinseca, poichè il progetto è fatto su misura per persone che hanno uno stile di vita frenetico e dedicato al lavoro e alla carriera e che quindi inevitabilmente necessitano di coordinare i costi della vita e dell'amministrazione della casa nel modo più ottimale e connaturato alle proprie necessità.

Un' idea interessante è quella che il progetto " Rotor House " si possa inserire bene e idealmente in un programma di riqualificazione urbanistica, ormai l'Europa e anche il resto del mondo ne parlano continuamente, piani di recupero di aree abbandonate al degrado o distrutte da calamità naturali, che mirano ad un restyling architettonico, utilizzando elementi che si possano integrare in armonia nel contesto di riferimento, e che sfruttino nel miglior modo possibile i criteri base dell'eco-sostenibilità, per garantire un futuro green alle abitazioni e alle aree comuni delle nostre città.

Una forma di prefabbricazione temporanea che si rivolge alle nuove concezioni dell'abitare, i criteri del progetto sconvolgono tutti i principi base a cui pensiamo nella pianificazione delle nostre abitazioni, l'ampiezza degli spazi è ridotta ai minimi termini, senza precludere all'ambiente la luce e la luminosità, tutto è concepito per apprezzare l'essenziale delle cose che appartengono alla quotidinità del vivere la casa, un modulo organizzato per il benessere abitativo, dando la dovuta importanza anche all'eleganza e al comfort.

Le tendenze architettoniche contemporanee puntano sulla semplicità e sulla modularità degli elementi perchè in una società che si evolve e che muta velocemente come la nostra diventa fondamentale aggiornare il concetto di " abitare ".

Rotor House è un'abitazione minimal che rivela una concezione alquanto stravagante dell'idea comune che si ha di una casa prefabbricata, l'estetica è futuristica e la vista dall'esterno evoca immagini che sembrano uscire direttamente da un film surreale, potrebbe sembrare l'illustrazione visionaria e utopica di un progetto fantascientifico, ma la struttura interna ci riporta alla realtà, infatti tutto ciò che appare nell'ambiente è fatto di una concretezza tangibile e visibile, i 36 Mq in totale sono stati suddivisi per sfruttare al meglio la sinergia tra superficie e volume, tutto è essenziale ma completo, comodo ed efficiente, gli spazi si adeguano perfettamente alle funzioni a cui sono stati adibiti.

Ampie porte a vetri consentono l'accesso alla zona soggiorno, il locale unico che si apre alla vista dall'ingresso, lo spazio dove si vive e ci si muove all'interno dell'abitazione, in un'area riservata del salotto troviamo un piccolo vano che contiene il servizio wc, tipica soluzione che ricorre nelle case tedesche, e poi come per magia agli occhi si svela uno stravagante marchingegno, il fulcro di questa struttura è un cilindro di 6 Mq che racchiude le tre componenti chiave di una casa: la camera da letto, la cucina e il bagno; il cilindro ha un unico passaggio e si può accedere alle tre aree, delimitate l'una dall'altra, tramite un comando remoto usando un apposito pannello di monitoraggio del meccanismo; la scomodità riscontrata è che si può utilizzare una zona per volta, quindi se ci sono due persone in casa non è possibile che una acceda alla cucina e l'altra al bagno o alla stanza da letto. 

Rotor House - Luigi Colani

( Immagine dell'esterno, di uno schizzo del progetto e del cilindro rotante della Rotor House di Luigi Colani )

Hanse Haus , azienda tedesca nata nel 1929 , è una delle più importanti realtà in Europa nel settore delle case prefabbricate in legno, ha realizzato oltre 30.000 abitazioni che si accomunano per le peculiarità relative all'ottimizzazione del risparmio energetico e dell'abitabilità della casa, la politica aziendale si è occupata frequentemente di " design innovativo " e di " forme abitative del futuro ", nel progetto di Luigi Colani ha riconosciuto il carattere autentico e rivoluzionario dell'opera, infatti Rotor House, la casa rotante è nel catalogo delle case individuali prefabbricate prodotte da Hanse Haus. Un connubio prestigioso quello creato dall'unione dei nomi Hanse e Colani , che ha permesso a un'idea estremamente all'avanguardia di diventare una realtà concreta e alla portata di tutti, o quasi!!!

Per qualsiasi informazione relativa alla produzione della Rotor House collegatevi al sito dell'azienda produttrice al seguente link: www.hanse-haus.it

Luigi Colani è considerato un pioniere dell' eco-design , infatti già negli anni '60 parlava di come coniugare la bioarchitettura con il risparmio energetico, l'utilizzo di fonti rinnovabili e alternative e l'abbattimento degli sprechi e dei consumi. La Triennale Bovisa di Milano, nel 2012, gli ha dedicato la " Biodesign Codex Show " , una mostra che celebra questo artista contemporaneo con l'esposizione di circa mille opere nate dal suo genio. Colani proprio per aver dedicato la sua vita e il suo lavoro al biodesign cercando di avvicinare sempre di più l'ecologia all'architettura  è considerato il " Leonardo dei nostri giorni ".

Voglio concludere questo articolo con una citazione del protagonista Luigi Colani :

" La terra è rotonda, tutti i corpi celesti sono rotondi, si spostano su orbite ellittiche. La stessa immagine della forma circolare del globo ci segue fino al microcosmo. Perchè dovrei aderire a frontiere di massa che vogliono fare tutto angolare? Sto perseguendo la filosofia di Galileo Galilei: anche il mio mondo è rotondo ".   Luigi Colani

Maria Abbate

pubblicato il 16 Giugno 2013

Articolo letto 1.127 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli