Copper Lane: cohousing e salvaguardia ambientale

In Inghilterra, a Londra, ha preso il via il primo progetto di cohousing, un complesso residenziale composto da sei appartamenti e da spazi in comune a disposizione di tutti gli inquilini. Costruito secondo i principi della Passivhaus, è ad alta efficienza energetica.


Arriva anche nel Regno Unito, a Londra, il fenomeno del cohousing, un'esperienza abitativa che unisce in sé i concetti di privacy, condivisione e sostenibilità, creando un complesso residenziale unico nel suo genere.

Il concetto e la pratica del cohousing nascono negli anni '60 in Danimarca e si affermano con un certo successo negli Stati Uniti, in Canada e in alcuni paesi dell'Europa Continentale. Nello specifico, il cohousing consiste in un insieme di alloggi indipendenti, dove vivono delle famiglie, ma che presentano spazi in comune, come ad esempio il giardino, la sala da pranzo, la lavanderia. Queste famiglie, in pratica, decidono d'investire un certo quantitativo di denaro per edificare la struttura, rivolgendosi a professionisti del settore, che hanno il compito d'interpretare le loro esigenze e il progetto che hanno in mente. Quindi, i proprietari dei futuri appartamenti sono anche gli sviluppatori del piano edile.

Rendering del progetto Copper Lane(Rendering del progetto Copper Lane. Fonte newlondondevelopment)

In Inghilterra, una simile soluzione abitativa non ha mai suscitato un grande interesse, almeno fino ad oggi, quando un gruppo di sei famiglie ha deciso di sperimentare questo nuovo modo di vita, affidando la realizzazione della struttura, denominata Copper Lane, all'architetto Henley Halebrown Rorrison. Il compito non è sicuramente stato dei più semplici, in quanto il professionista si è trovato a fronteggiare e a tradurre i pensieri di persone diverse, per la prima volta insieme.

Il risultato finale è stato ottimale. Un insieme di case indipendenti ma unite da aree a disposizione di tutti e accessibili liberamente da qualsiasi piano e da qualsiasi zona della struttura. Un altro aspetto da sottolineare e da tenere in considerazione, è la chiave ecologica attribuita al tutto. Infatti, gli appartamenti rispettano i principi e i criteri della Passivhaus, risultando altamente efficienti energeticamente.

Il retro del complesso residenziale(Il retro del complesso residenziale. Fonte olsenu)

Dal punto di vista strutturale abbiamo un'ampia sala centrale, intorno alla quale si distribuiscono le sei abitazioni. La copertura piana di tale ambiente costituisce, a sua volta, un'altra area comune a disposizione degli inquilini del primo piano. Quindi, il complesso residenziale è perfettamente equilibrato in ogni sua parte, dando a ciascuna famiglia i medesimi vantaggi e le stesse possibilità di condivisione e privacy.

Quest'ultimo aspetto è stato ritenuto indispensabile dai committenti, che hanno voluto mantenere la loro indipendenza e la libertà di decidere se e quando entrare in comunicazione con i residenti, usufruendo degli spazi collettivi, tra i quali va annoverato un giardino dotato di tutto il necessario per permettere ai locatari di goderne appieno.

La terrazza(La terrazza di un appartamento a Copper Lane. Fonte theguardian)

I singoli appartamenti sono organizzati più o meno nello stesso modo. Hanno una cucina, un soggiorno, una sala da pranzo e una zona notte. Ciò che è diverso è la disposizione dei vari ambienti. Per esempio, la cucina può trovarsi al piano terra o in quello superiore. Il design degli interni è moderno e all'avanguardia, pulito e molto lineare, con ampie finestre che consentono agli inquilini di sfruttare al meglio la luce naturale con tutti i benefici del caso, legati alla qualità della vita e al risparmio energetico.

L'interno di un appartamento(L'interno di un appartamento. Fonte olsenuk)

Proprio in relazione all'aspetto "green" del progetto, le abitazioni possiedono un efficiente isolamento termico e acustico, indispensabile per mantenere sempre su livelli ottimali la temperatura delle stanze, ostacolando le perdite termiche. La ventilazione è naturale e studiata per permettere il recupero del calore, con un ulteriore taglio dei consumi energetici. Per quanto riguarda le energie pulite, l'unica ad essere usata è quella del sole, infatti la struttura è dotata di pannelli solari termici.

I materiali usati sono ecologici e resistenti. Predomina il legno bianco, il massello e il cemento. Per le finiture e gli infissi è stato impiegato legno certificato della zona. Inoltre, allo scopo di avere un impatto ambientale minimo, gli scarti derivanti dai lavori di costruzione e demolizione (Copper Lane è stato edificato al posto di un asilo nido di circa 1.000 metri quadri) sono stati riciclati. Infine, gli edifici sono dotati di giardini pensili.

La cucina(La cucina di un appartamento a Copper Lane. Fonte treehugger)

Le famiglie si dicono soddisfatte di Copper Lane, considerano questa scelta abitativa vantaggiosa non solo dal punto di vista economico e ambientale, ma anche sociale, in quanto permette loro di interagire gli uni con gli altri, di essere buoni vicini nel vero senso della parola, senza rinunciare all'individualità. In altre parole, Copper Lane può essere considerata una piccola comunità di persone.

Fonti
Rinnovabili.it
treehugger
theguardian

Autore

Dott.ssa Elisabetta Rossi

Visualizza l'elenco dei principali articoli