Quanto costa una casa passiva? Informazioni e tabelle prezzi

Quali sono i costi di una casa passiva? E' proprio vero che costa così tanto e non tutti possono permettersela? Si possono davvero ammortizzare i prezzi iniziali con la riduzione dei consumi elettrici sulla bolletta? Vediamo insieme di fare chiarezza sui dubbi più frequenti.


E' risaputo che scegliere di acquistare una tipologia di casa passiva ha un prezzo superiore rispetto all'acquisto e costruzione di una casa tradizionale ed è davvero inutile sostenere il contrario. I fatti sono chiari: una casa passiva costa dall'8 al 20% in più del costruire un'abitazione standard tradizionale. Detto questo si possono elencare i costi reali di tutta la costruzione, comprendendo la progettazione dell'abitazione stessa che occupa un ruolo fondamentale nel raggiungimento dell'obiettivo primo della casa passiva: il risparmio energetico e l'impatto ambientale zero.

Partiamo dal principio: è vero, la tipologia di casa passiva non necessita di un sistema di riscaldamento tradizionale in quanto costruita in modo da essere autosufficiente energeticamente sia nel periodo estivo che invernale. In realtà però, presenta dei periodi, solitamente le giornate più rigide, in cui è necessario fruire di un impianto di riscaldamento convenzionale, momento in cui la soluzione più conveniente è quella che sfrutta delle risorse rinnovabili, come il pellet o la legna a basso impatto ambientale.

Casa passiva con tetto in legno

(Esempio di casa passiva realizzata su due livelli con tetto in legno: sono visibili le aperture come finestre e porte per ricevere una migliore illuminazione e accumulare il calore.

Costi iniziali per la costruzione di una casa passiva: prezzi variabili

Avendo premesso le reali potenzialità di una casa passiva e mettendo in conto i costi per un sistema di riscaldamento tradizionale e i suoi consumi, possiamo parlare di costi iniziali per la produzione.

Il costo iniziale di una casa passiva è variabile in base a:

  • metratura dell'abitazione;
  • materiali costruttivi;
  • tecnica e tecnologia di costruzione;
  • caratteristiche dell'abitazione progettata su misura del cliente;
  • tipologia di aperture, come le finestre a triplo vetro;
  • installazione di impianti e sistemi da fonti rinnovali come i pannelli solari;
  • soluzione di casa prefabbricata.

Tabella informativa: costo costruzione e progettazione di una casa passiva

Nella tabella seguente potrete vedere i fattori aggiuntivi al prezzo iniziale della costruzione della casa passiva: l'esempio è basato su un'abitazione di 110 mq.

CASA PASSIVA

di 110 mq

Costo terreno

Costo pratiche burocratiche

Costo per metri quadri

Costo totale casa passiva

200-500 al mq

(stima indicativa e variabile nel territorio italiano)

variabile

135 EURO al mq

150. 000 EURO

Per acquistare e costruire una casa passiva è possibile fruire dei nuovi incentivi statali 2013 per l'installazione degli impianti da fonti rinnovabili, permettendovi anche di fruire delle tariffe incentivanti per auto consumare e vendere l'energia prodotta in eccesso.

Il costo di una bolletta elettrica in una casa passiva

Il costo iniziale di costruzione di una casa passiva può essere facilmente recuperato nell'arco di pochi anni, in quanto la bolletta elettrica viene sensibilmente ridotta di circa l'80%. Si è calcolato che con la tipologia di casa passiva si potrà arrivare ad avere una bolletta dalle 15 alle 25 euro mensili, senza l'utilizzo di sistemi di riscaldamento convenzionali.

Per farvi un'idea sui motivi della riduzione dei costi della bolletta sui consumi per il riscaldamento e i consumi elettrici, osservate la seguente tabella in cui sono evidenziati gli interventi necessari nell'abitazione tradizionale per diventare una casa passiva e i costi per raggiungere i requisiti standard di efficienza energetica:

Casa passiva su un livello con pareti da 3x15 m

Interventi di isolamento pareti e sottotetto

Interventi di isolamento finestre (con due vetri)

Installazione impianti fotovoltaici

Installazione caldaia a biomassa

PARETI:

150 mq = 7.000 EURO

SOTTOTETTO:

200 mq di sottotetto = 2.000 EURO

350 EURO al mq

20 finestre = 7.000 EURO

 10.000 euro
 5.000 EURO

Per ricapitolare i costi: isolamento, installazione fotovoltaico e caldaia

I costi iniziali indicati nella tabella sopra riguardano una stima generale del prezzo iniziale per la costruzione e realizzazione di una casa passiva di piccole dimensioni e costruita su un livello, ma come potete notare vi sono numerosi fattori che incidono nel costo finale, elementi che in un'abitazione standard non verrebbero considerati. Infatti, nella progettazione e realizzazione di un'abitazione tradizionale non sono necessari gli interventi speciali di isolamento delle pareti o del sottotetto e nemmeno l'acquisto di particolari finestre con doppio o triplo vetro.

Inoltre, al prezzo iniziale derivato dall'isolamento e coibentazione dell'edificio sono da aggiungere i costi di installazione di un sistema da fonti rinnovabili e l'installazione di una caldaia per la produzione di acqua calda sanitaria. Una caldaia a biomassa, la tipologia utilizzata come esempio, ha un costo di 5.000 euro circa, ma se scegliamo di acquistare un modello di caldaia a condensazione ad elevata efficienza energetica per ottenere gli incentivi statali, il prezzo aumenta di circa 1.200-1.300 euro.

In base alla tabella seguente, una casa passiva su un livello e di medie dimensioni ha un costo maggiorato rispetto alla costruzione di una casa tradizionale di 31.000 euro.

Casa passiva su un livello di 100 mq circa

Costo interventi isolamento, installazione fotovoltaico e caldaia

Costo aggiuntivo totale casa passiva

- isolamento pareti = 7.000 euro;

- isolamento sottotetto = 2.000 EURO;

-isolamento finestre= 7.000 EURO;

-installazione fotovoltaico = 10.000;

-installazione caldaia a biomassa = 5.000

31.000 EURO

Esempio di una casa passiva in legno certificata della LignoAlp a Conegliano (TV)

La LignoAlp sta realizzando grazie al progettista Geom. Daniele Da Ros della Progettieco studio associato una casa passiva con sistema costruttivo a struttura in legno a pannello X-LAM in grado di rendere completamnete superfluo l'impianto di riscaldamento convenzionale.

La pianta architettonica della casa passiva della LignoAlp si sviluppa su due livelli: il piano terra che comprende la zona giorno e il primo piano in cui si trova la zona notte. La casa verrà certificata dall'istituto di case passive tedesco PHI (Darmstadt) in base al soddisfacimento dei seguenti requisiti:

  • fabbisogno energetico utile richiesto per il riscaldamento ≤ 15 kWh/(mq a);
  • carico termico invernale ≤ 10 W/mq;
  • fabbisogno energetico utile richiesto per il raffrescamento ≤ 15 kWh/(mqa);
  • carico termico estivo ≤ 10 W/mq;
  • tenuta all'aria n50 ≤ 0,6/h;
  • fabbisogno energetico primario di energia ≤ 120 kWh/(mqa)

Il video informativo: una casa passiva per eccellenza

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Articolo letto 39.269 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli