Come scegliere il terreno per costruire la vostra casa prefabbricata: informazioni e consigli utili

Come scegliere il terreno più adatto per la vostra casa prefabbricata? Nessun problema: è necessario solo avere alcuni informazioni pratiche per scegliere il lotto edificabile in base alle caratteristiche desiderate della vostra abitazione e seguire un determinato iter burocratico.


Se ci si appresta a costruire una casa prefabbricata in legno, la prima cosa da fare è scegliere il terreno in cui questa verrà costruita: la scelta deve essere fatta in base alle caratteristiche del clima ambientale, del territorio e della vostra stessa abitazione in fabbricazione, in modo da garantirvi delle elevate prestazioni tecniche, meccaniche e resistenza alle sollecitazioni, anche in situazioni simische.

Scegliere, dunque il terreno per la vostra nuova abitazione non è un'operazione difficile, ma è necessario conoscere alcuni criteri importanti di scelta, l'iter burocratico e i fattori ed elementi da valutare in fase di acquisto per rendere, in seguito, la costruzione dell'edificio priva di problematiche burocratiche e raggiungere la realizzazione complessiva dell'abitazione in poche settimane.

Fermo restando che non è detto che siate voi a scegliere il terreno di costruzione della vostra abitazione, ma può essere una fase che la stessa azienda costruttrice farà per voi in base alle proprie disponibilità, caratteristiche del territorio o requisiti necessari alla costruzione di una casa prefabbricata in legno - che ricordiamo sempre è sempre alle stesse normative costruttive di una casa tradizionale in muratura.

Realizzazione di un prefabbricato in legno su un terreno di piccole dimensioni

(Esempio di realizzazione di una casa prefabbricata in legno su un terreno di piccole dimensioni e con abitazioni attigue)

Le caratteristiche del terreno: come deve essere?

Nella scelta del terreno in cui verrà costruita la vostra casa prefabbrica in legno è necessario valutare che il terreno sia:

  • edificabile;
  • dotato di Licenza Singola;
  • non sia soggetto a vincoli fisici, ambientali o legali.

Come controllare se il terreno ha i requisiti per la costruzione: a chi rivolgersi

Il terreno della casa prefabbricata deve possedere necessariamente i requisiti sopra indicati e per verificare che siano presenti è necessario:

  • rivolgersi all'Ufficio tecnico del Comune di appartenenza del terreno;
  • richiedere il certificato di destinazione urbanistica del lotto.

Cos'è il certificato di destinazione urbanistica del lotto?

Per costruire una casa prefabbricata in legno in un determinato terreno è necessario che il lotto possieda il certificato di destinazione urbanistica del lotto in cui sono presenti:

  • gli indici di edificabilità del terreno;
  • la volumetria realizzabile con altezze minime dei soffitti e quelle massime dell'edificio per non privare gli edifici circostanti della luce, dell'aria e dell'igiene, della sicurezza e della privacy nella normale convivenza tra abitazioni vicine.
    Questi dati possono variare in base al comune di residenza, per cui non ci sono dei valori standard, ma solo indicativi: tra edifici attigui la distanza è dai 10-12 metri; tra una casa in costruzione e il confine di proprietà del lotto, invece, la distanza è di  5-8 metri;
  • eventuali vincoli ambientali o legali imposti dal Piano Regolatore.

Per comprendere meglio, osserva anche la tabella seguente:

REQUISITI COSTRUTTIVI DEL TERRENO

COSA VERIFICARE

indici di edificabilità del terreno
  • permesso ad edificare;
  • possesso di Licenza singola;
volumetria realizzabile con altezze minime dei soffitti e quelle massime dell'edificio
  • 10-12 m per edifici attigui;
  • 5-8 m per edifici in costruzione e confine del lotto;
presenza di vincoli ambientali o legali imposti dal Piano Regolatore

Come scegliere il terreno e cosa controllare: clima, rischi e urbanizzazione

Una volta individuato sul terreno la possibilità di edificare la propria abitazione, che possieda il certificato di destinazione urbanistica e non sia soggetto a vincoli ambientali o legali, è necessario anche valutare le caratteristiche fisiche e geologiche del terreno:

  • la pendenza;
  • l'eventiale rischio di smottamento;
  • se la zona è soggetta a sismi;
  • la presenza di corsi d'acqua;
  • l'urbanizzazione di acqua, luce e gas per poter allacciare la propria abitazione alla rete.

Cosa fare dopo aver scelto il terreno: il progetto

In seguito alla scelta del terreno per la costruzione della vostra casa prefabbricata è necessario stendere il progetto che deve essere stilato necessariamente da un architetto, un geometra o un ingegnere iscritto all'Albo; presentarlo all'Ufficio Tecnico del Comune di competenza che rilascerà il permesso a costruire. Inoltre, in base alla Direttiva Europea 2002/91/CE all'atto di compravendita di una qualsiasi casa, e in modo particolare nella tipologia di vasa prefabbricata in legno, si deve allegare il documento che ne attesta i bassi fabbisogni energetici dell'edificio in questione.

Le case prefabbricate sono, infatti, progettate in base a standard di alta efficienza energetica e alcune tipologie di edificio sono contrassegnate dal marchio Casa Clima A, che certifica il basso fabbisogno termico annuale, con valore inferiore ai 30 Kilowattora per metro quadro. per chi volesse avere maggiori informazioni sulle certificazioni di una casa prefabbricata in legno o sulle tipologie a basso consumo energetico, consulti anche l'articolo sulle case ad alta efficienza energetica, ad impatto zero e case passive.

Piccolo terreno in mezzo ai boschi per la realizzazione di una casa prefabbricata in legno

(Esempio di costruzione di una piccola casa prefabbricata in legno su un piccolo terreno in mezzo ai boschi)

Autore

Dott.ssa Maria Francesca Massa

Articolo letto 19.382 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli