Il mercato austriaco del prefabbricato: l'edificio LTC1 preso a modello dagli americani

Nel 2012 gli Stati Uniti si ispirano al sistema costruttivo dell'Austria CREE per risolvere un problema di disboscamento: l'edificio LCT1 diventa modello per le future costruzioni.


Oggigiorno, si sa, l'Austria è uno dei paesi europei con il settore del prefabbricato più importante in termini di percentuale di istallazioni, sviluppo e ricerca. Oltre agli edifici abitativi, anche i prefabbricati industriali svolgono un ruolo notevole nel paese. L'Austria, infatti, rappresenta da sola il 35% degli edifici europei residenziali e prefabbricati, così facendo, le strutture alternative si rivelano essere degli spietati concorrenti delle costruzioni tradizionali.

NEL 2012 GLI STATI UNITI PRENDONO A MODELLO IL SISTEMA COSTRUTTIVO DELL'AUSTRIACA CREE

Quando, nel 2012, le foreste di pini mughi del Nord America sono state invase e, per questo motivo, distrutte per opera di un coleottero che era riuscito ad abbattere ettari ed ettari di alberi, i costruttori americani ebbero un'idea. I consistenti resti legnosi sarebbero andati persi, generando un inutile dispendio di possibili fonti energetiche alternative. Alcuni progettisti americani hanno suggerito di riutilizzare questa incredibile scorta di legname per iniziare un progetto di sostituzione delle componenti in cemento o in acciaio per le costruzioni edilizie, che in questo caso sarebbero interamente in legno.

Scarti forestali

Gli specialisti americani hanno preso come loro modello di riferimento il sistema adottato dai colleghi austriaci della ditta CREE (Creative Resource & Energy Efficiency) per la costruzione dell'edificio condominiale di otto piani, chiamato LCT1. L'azienda inventò nel 2012 un sistema composto da parti in legno lamellare incollato e calcestruzzo.

IN CHE COSA CONSISTE IL SISTEMA COSTRUTTIVO DELLA CREE?

L'efficiente sistema costruttivo austriaco è stato brevettato da Hermann Kaufmann secondo gli standard di una casa passiva. Egli ha incorporato, all'interno del progetto del LCT1, anche finestre a tripli vetri e anche un sistema di ventilazione collegato ad un meccanismo controllo dei livelli di CO2 interni.

Il sistema consta di elementi prevalentemente prefabbricati: la facciata è costituita da legno lamellare incollato, mentre le solette abbinano, tra un piano e l'altro, un sistema di travature reticolari, appoggiate su una cornice in calcestruzzo integrato. Affidate alla realizzazione in opera solo le fondamenta, il nucleo centrale del corpo scale e dell'ascensore, ovvero le parti rigide della struttura, al fine di fornire un appoggio sicuro per i successivi piani e una soluzione preventiva ai fenomeni sismici.

LTC1

(LTC1)

Nella rispetto della velocità di costruzione di edifici gemelli, l'LCT1 è stato assemblato in soli otto giorni, dimostrando che il legno non ha solo un potenziale applicativo come complemento di arredo, ma ancora una volta, si dà prova di essere adatto per la struttura di un'abitazione, oltre a determinare un bassissimo impatto ambientale.

LCT1

L'edificio, costruito con alti livelli di prestazione di energia sostenibile, si fonda su criteri che permettono una vivibilità tutta ecologica, ma non per questo scomoda o meno lussuosa. Infatti, i costruttori hanno voluto che LCT1 si differenziasse nei dettagli, pensandolo come un edificio dal design individuale, sia per gli interni sia per gli esterni, nei quali il legno non fosse nascosto ma ben evidente nella costruzione. Questa volontà determina un'atmosfera che fa dell'edificio un  pezzo raro.

L'edificio misura 27 m in altezza, con una profondità di 13 m e una lunghezza di 24 m. Ogni appartamento, o singola area attrezzata ricopre una superficie che va dai 50 metri quadri ai 1.600 metri quadri.

Immagine rappresentativa di bioedilizia

La temperatura dell'ambiente è monitorata per mezzo di un sistema di raffreddamento e di riscaldamento  incorporato nei soffitti, il quale impedisce lo spreco di energia e, al contempo, il recupero di calore per mezzo di un controllo automatico e intelligente di misurazione di CO2. Il controllo dell'illuminazione è regolato dalla messa in funzione di tapparelle che si azionano automaticamente per mezzo di un motore.
Gli elevati standard di sicurezza garantiscono anche un sistema antincendio automatico e un sistema di allarme antincendio; le aree di stoccaggio sono presenti su ogni piano.

VIDEO - LA COSTRUZIONE DELL'EDIFICIO LTC1 DA PARTE DELLA CREE

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello

Articolo letto 802 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli