Solare, eolico, geotermico. Quale il rinnovabile più adatto per l'impiantistica delle case in legno?

Una sola casa, mille possibilità di risparmio energetico. Fotovoltaico, eolico e geotermia: le fonti rinnovabili adatti a tutti gli impianti delle case in legno. Scegliere con accortezza, valutare le condizioni climatiche e non eccedere in sovradimensionamento e autosufficienza a tutti i costi.


Per una casa in legno, la scelta di un'impiantistica adeguata risulta un elemento indispensabile e ma ugualmente non scontato, infatti è opportuno che l'impiantistica tenga conto di una serie di fattori. E sebbene gli edifici in legno siano, per loro natura, abitazioni a basso consumo, eccedere con impianti alternativi, o con la necessità di raggiungere l'autosufficienza ad ogni costo, rischierebbe di trasformare la principale funzione di miglioramento del confort termico in un rischio di impiegare soluzioni costose e inopportune, difficilmente ammortizzabili.

La scelta ottimale dovrebbe tener conto della richiesta di energia minima alla quale bisognerebbe far fronte per contrastare la percentuale di calore presente all'esterno dell'edificio, dunque progettare e realizzare correttamente l'impiantistica è in grado di ridurre al minimo il peso delle bollette, tenendo conto del fatto che il legno è già in grado, da solo, a garantire le condizioni naturali di benessere.

Tutti gli impianti possibili in una casa prefabbricata

(Tutti gli impianti possibili in una casa prefabbricata)

Oggigiorno, sul mercato, sono facilmente reperibili soluzioni sofisticate di impianti ad energia rinnovabile, poco o per nulla inquinanti e adatti a qualsiasi tipologia di abitazione.

QUALI SONO LE RINNOVABILI ADATTE ALLE CASE PREFABBIRCATE IN LEGNO?

All'interno di una casa a basso consumo energetico, tutti gli impianti possono essere alimentati con l'impiego di fonti alternative rinnovabili. Tuttavia, in base a diversi fattori, è preferibile prediligerne alcuni piuttosto che altri.

FOTOVOLTAICO E SOLARE TERMICO

Il sole è la fonte di energia primaria e il suo impiego per alimentare gli impianti necessari in un appartamento è immediato e, soprattutto, evita di ricorrere a forme di riscaldamento nocive o inquinanti per l'ambiente. Inoltre, con una cifra modica è possibile installare i pannelli fotovoltaici per la produzione di acqua calda sanitaria.

EOLICO

Solitamente, l'energia eolica viene impiegata con impianti di dimensioni ridotte, al fine di rendere sufficiente il recupero del dispendio domestico, anche quando il fabbisogno è elevato (ad esempio per i condomini o le attività commerciali). Mini eolico e micro eolico vengono abbinati per il sostentamento di impianti di riscaldamento.

Impianto di riscaldamento e raffredamento di una casa passiva

(Impianti di riscaldamento e raffreddamento di una casa passiva)

GEOTERMIA  E IMPIANTI A LEGNO

Nel caso della geotermia, i costi di istallazione sono davvero elevati, in quanto trivellare e creare uno spazio nel sottosuolo richiede uno sforzo maggiore, dunque, generalmente, questa tipologia di intervanti, viene impiegata dove si ipotizza un consumo alto di energia, ad esempio, per la realizzazione di condomini, edifici o strutture commerciali. Per le abitazioni singole (che costituiscono la maggior parte delle costruzioni in legno) è preferibile adottare altre tipologie di impianti.
Le caldaie a pellets, le stufe o i camini ad aria, possono costituire una fonte di energia ecologica ed economica, anche se richiedono un caricamento continuo.

QUALI SONO GLI IMPIANTI CHE MEGLIO SI ABBINANO CON LE FONTI RINNOVABILI?

Diversi impianti possono avere la giusta collocazione all'interno delle case prefabbricate in legno e sfruttare le energie derivanti dalle fonti rinnovabili. Il loro vero limite, rimane comunque il costo, ma andiamo con ordine.

POMPE DI CALORE E ARIA CONDIZIONATA, CALDAIA E RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

I moderni impianti di pompe di calore sono in grado, da sole, di apportare la giusta temperatura, sia d'inverno che d'estate, dunque il riscaldamento e il rinfrescamento avvengono efficacemente senza dover ricorrere necessariamente all'aria condizionata. Va da se, che la mera pompa di calore riesce ad essere sufficiente per creare il comfort termico adeguato alle costruzioni in legno di ogni dimensione.

Impianto di riscaldamento radiante

(Impianto di riscaldamento radiante)

Inoltre, le abitazioni singole sono adeguate per le caldaie a condensazione che generalmente sono abbinate ad un riscaldamento a pavimento di ultima generazione, in grado di rilasciare temperature basse ma con un sistema radiante e, di conseguenza, non gravare negativamente sulla salute umana (in particolar modo sulla circolazione venosa), come spesso accadeva con i tradizionali sistemi di riscaldamento.

LA VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

Economicità e perfetta funzionalità sono le caratteristiche della ventilazione meccanica controllata (VMC), in grado di garantire il recupero del calore per il rinfrescamento e la deumidificazione dei locali.

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello

Articolo letto 1.193 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli