Presenza dei topi all'interno delle case in legno? Un problema o un pregiudizio?

Le case prefabbricate in legno non sono per forza soggette all'attacco di roditori, ma i pregiudizi e le paure, a volte, prendono il sopravvento sulla realtà. Le differenze tra le varie tipologia di costruzioni in legno può facilitare la comprensione delle peculiarità. La manutenzione, tuttavia, è l'arma principale per sconfiggere paure e roditori.


Tanti sono i pregiudizi legati alle case prefabbricate in legno: dallo loro presunta fragilità, alla paura che il materiale prenda a fuoco, oppure, al contrario che il legno sia soggetto alla risalita dell'umidità.

La presenza degli insetti, poi, è un altro tassello da aggiungere tra il puzzle di fobie riguardanti le case prefabbricate in legno. Insieme a questi timori, se ne aggiunge un altro, quello forse più temuto, causa di ribrezzo, ovvero i roditori, in particolar modo, i topi.

Topo in prossimità di una struttura in legno

(Topo in prossimità di una struttura in legno)

Il web è popolato da mille persone assalite da dubbi e questioni al riguardo, le quali vengono rassicurate da esperti nel settore che sfatano il mito dell'esistenza dei roditori, comprovando che la paura è effettivamente priva di fondamento.

LE DIFFERENZE TRA LE VARIE TIPOLOGIE DI COSTRUZIONI IN  LEGNO

Prima di tutto sarà il caso di fare una precisazione, o meglio dire, una distinzione tra le case di montagna, le casette per gli attrezzi, gli annessi, i box dalle case in legno a basso consumo energetico, con intonaco previsto per la parete esterna.

A differenza di tutte le tipologie di costruzioni in legno elencate precedentemente, le case in legno vengono classificate come edifici veri e propri, dunque sono dotate di platea di fondazione in cemento armato e impiegano il legno per la realizzazione della struttura portante, con l'impiego di pannelli isolanti che ne garantiscono la coibentazione.

Esempio di coibentazione
(Esempio di coibentazione)

Il legno, dunque, è ben protetto all'interno di questa struttura che funge proprio da cappotto (per altro da questa similitudine prende il nome il particolare isolamento): li strati dei materiali isolanti che avvolgono le facciate proteggono il materiale sia dagli agenti atmosferici, sia anche dall'intrusione di qualche animaletto, insetto e persino dai roditori.

Le altre costruzioni in legno, non rientrando all'interno della classificazione vera e propria edifici, vengono realizzate in maniera più approssimativa, magari evitando di impiegare materiali coibentanti, o anche risparmiando sulla qualità. La presenza di roditori all'interno di queste strutture, pertanto può essere giustificata dalla carenza di un adeguato sistema di isolamento delle pareti.

DIFFERENZE TRA LE VARIE TIPOLOGIE DI CASE PREFABBRICATE IN LEGNO

Un'altra precisazione va fatta riguardo alle differenti tipologie di case prefabbricate in legno. Per esempio, molteplici caratteristiche distanziano gli edifici in legno classici, ovvero, quelli che esteticamente sono irriconoscibili, da quelle realizzati con legno a vista, ad esempio le case in legno blockhaus o gli chalet di montagna: in questo caso i rischi della presenza di roditori all'interno di queste strutture in legno sono maggiori, dunque sarà il caso di eseguire frequenti controlli di manutenzione.

Gli edifici in legno realizzati con materiali economici, (quelli ad esempio delle aziende estere dell'est Europa) quasi sempre disponibili ad un livello costruttivo grezzo, che non sono compatibili con i parametri normativi del nostro paese, risultano carenti di un adeguato sistema di isolamento. Questo fattore può comportare la presenza di insetti xilofagi, oltre che essere facilmente attaccabile.

A conclusione di quest'altro raffronto è facile comprendere come le case prefabbricate con un basso livello qualitativo sono quelle maggiormente esposte a rischi di attacchi vari, non solo di roditori o insetti.

L'IMPORTANZA DELLA MANUTENZIONE ORDINARIA

Chiarito il concetto per cui è impropria la paura relativa alla presenza dei roditori all'interno delle case prefabbricate in legno, vanno precisati alcuni accorgimenti necessari per assicurarsi che qualora il problema, malauguratamente si manifestasse, esso potrà facilmente essere risolto.

Al riguardo, assume un'importanza fondamentale un controllo di manutenzione regolare di tutto l'edifico in legno, al fine di scongiurare qualsiasi presenza indesiderata.

Edificio in legno che necessita di manodopera
(Edificio in legno che necessita di manodopera)

In primis, è necessario assicurarsi che il fabbricato non presenti falle all'interno dell'involucro esterno. In questo particolare caso, si dovrà procedere con un intervento tempestivo, seguendo la consulenza di un tecnico esperto: solitamente è il costruttore stesso che si occuperà di rimediare al difetto. La tempestività dell'intervento è proporzionale alla vita dell'edificio: solitamente il limite massimo è 10 anni, ma per le ditte di costruzioni tedesche o austriache può anche prolungarsi fino a 30.

Autore

Dott.ssa Sara Tomasello

Articolo letto 2.011 volte

Visualizza l'elenco dei principali articoli